True Detective, Believe, Intelligence, Diabolik, Gomorra: le nuove serie tv del 2014


Il numero di telefilm che sbarcheranno nei prossimi mesi nelle varie reti americane è sempre in crescita. Sperando in una ripresa, dopo la caduta dei mesi autunnali, i vari network tentano di calare i loro assi nella manica. Sicuramente la HBO è l’emittente con le novità più succulenti. Uno dei telefilm più attesi è infatti "True Detective". Iniziato il 12 gennaio, è il racconto di un'indagine lunga 17 anni, alla caccia di un serial killer apparentemente imprendibile. Attraverso i paesaggi del sud della Louisiana, incontreremo i due detective protagonisti: Matthew McConaughey e Woody Fukunaga... bastano solo questi due nomi per spronarci a dare una chance a questa serie tv. Sempre sulla HBO il 19 gennaio arriverà "Looking", serie tv dall'aspetto "Sex and the City", ma raccontato dalla prospettiva di tre amici gay a San Francisco.


Il 25 gennaio sulla rete via cavo Starz, parte "Black Sails", incentrata sul carismatico Capitano Flint (interpretato da Toby Stephens), la serie ci narra le vicende del più famoso pirata dei sette mari, un ventennio prima di quelli illustratici da Robert Louis Stevenson ne "L'isola del tesoro". Passando alle reti in chiaro, la NBC, a febbraio, finalmente, dopo mesi di attesa, porta in scena "Crisis", con protagonista l'indimenticata Gillian Anderson (Dana Scully in X-Files), che interpreta la CEO di una importante società americana, con una sorella detective che si occupa del rapimento di un gruppo di studenti durante una gita scolastica. Tra i ragazzi rapiti ci sono figli dei genitori più ricchi e potenti della Città, tra cui anche il figlio del Presidente degli Stati Uniti. Ecco la "Crisis" da gestire. Sempre per la NBC arriverà "Believe" creata dal regista di “Gravity” (film con George Clooney e Sandra Bullock recentemente pluripremiato), Alfonso Cuaròn, e prodotta da J.J. Abrams, un nome una garanzia e quindi si prospetta una delle chicche più attese del 2014. Racconta le vicende di Bo, una bambina che fin dalla nascita mostra poteri soprannaturali e  viene cresciuta da un gruppo di persone con il compito di proteggere questa neonata da malintenzionati che vogliono utilizzarla per scopi illeciti.


La novità di maggiore impatto della ABC sarà sicuramente "Resurrection", dal 9 marzo. Basata sul romanzo di Jason Mott, racconta di un gruppo di persone che tornano in vita dopo trent'anni dalla loro dipartita, come se nulla fosse cambiato, assolutamente intatti, come se il tempo non fosse mai passato. E' iniziata invece il 7 gennaio con un discreto successo di pubblico e critica, la punta di diamante della CBS "Intelligence". Protagonista il “desaparecido” Josh Holloway, direttamente dalla famosa isola di “Lost”. Leggendo la trama in verità sa di già visto: un microchip viene impiantato nel cervello del protagonista e così gli permetterà di accedere a qualsiasi informazione possibile e immaginabile. Vi ricorda per caso "Chuck"? Ecco, anche a noi…


Un'altra grande attrice è pronta a sbarcare in tv dopo i lustri holliwoodiani... stiamo parlando di Halle Berry, protagonista di "Extant", serie che vedremo nella prossima primavera sulla CBS. Un thriller che narra di una donna astronauta che torna a casa dopo una missione durata un anno. Steven Spielberg è il produttore esecutivo dello show. "Gracepoint" nuovo crime/drama della Fox basato sulla serie britannica "Broadchurch", è forse l'unica vera novità della rete da prendere in considerazione, anche solo per la presenza di Nick Nolte nel cast. La Fx che ci ha abituati a serie del calibro di "The Americans", ci regala 3 serie che potrebbero piacere molto: "The Strain", adattamento dell'omonima trilogia letteraria di Chuck Hogan e Guillermo Del Toro (quest'ultimo peraltro dirige anche il pilot). Serie in cui il vampirismo si propaga non a causa del classico morso di vampiro, ma tramite un virus. "Tyrant" invece, narra la storia di una famiglia americana che resterà intrappolata in un caotico paese mediorientale. Ed infine, " Fargo", adattamento televisivo dell'omonimo film del 1996, vincitore di due premi Oscar, dei fratelli Coen. Da tenere sotto controllo anche due serie della TNT: "The Last Ship", in arrivo la prossima estate, racconta le vicende di un gruppo di militari della marina, la cui nave, per un caso fortuito, si ritrova in un posto remoto della Terra, mentre una catastrofe elimina via gran parte della popolazione mondiale; "Legends", anche questa attesa per la prossima estate, in cui il grande Sean Bean, sublime nel ruolo di Eddard Stark ne "Il Trono di Spade", si ritroverà a dover interpretare qui un agente dell'FBI con la capacità di trasformarsi in qualsiasi persona a seconda della copertura richiesta.


La SyFy, lo scorso 10 gennaio, ha aperto le porte al nuovo "Battlestar Galactica". Ronald D. Moore infatti, creatore della serie di successo suddetta, ha deciso di dedicarsi ad altri alieni, stavolta letali virus alterai da centinaia di anni ibernati nel circolo polare artico, creando "Helix". Da ricordare anche la nuova serie che da febbraio sbarcherà sulla Sundance Channel, ovvero "The Red Road", che unisce una strana alleanza tra un poliziotto di una piccola cittadina ed un membro di una tribù di nativi americani. La A&E, invece, da marzo, assemblerà un po' di "The Blacklist" e un po' di "Bates Motel" e porterà in scena "Those Who Will", adattamento americano di una serie canadese in cui una detective (Chloe Sevigny) dovrà combattere col proprio passato: un fratello scomparso ed un padre assassino. Altre streghe in arrivo sulla WGN America, con "Salem". Argomento troppo sfruttato negli ultimi tempi, ma qui siamo nel diciassettesimo secolo, e questo è già un punto a suo favore. Infine parliamo della AMC, quella stessa AMC che tanto sta avendo successo con "The Walking Dead" e di cui ci aspettiamo grandi cose.


Due sono le serie da tenere in considerazione: "Turn", che racconterà le vicende delle prime vere spie americane, e "Halt & Catch Fire", serie poliziesca del grande Steven Bochco. Arriva dal Canada, invece, l'attesa serie adolescenziale "Bitten", che, dal 13 gennaio, racconta le vicende dell'unico lupo mannaro donna rimasto sulla terra. Ma il 2014 non sarà solo un anno americano. Apriamo una parentesi tutta italiana grazie a Sky, che dopo i successi di "Romanzo Criminale: la serie" e "Boris" ha deciso di creare nuove serie tv nostrane. Prima fra tutti da tenere sotto controllo "Diabolik: la serie". Tutti conoscono il personaggio creato dalle sorelle Giussani in versione fumetto nel lontano 1964, ed ora, grazie ad una produzione internazionale, diventerà "umano" grazie ai 13 episodi che la Sky manderà in onda nel corso di questo 2014. Grande quindi l'attesa! Altra serie tv in arrivo sulle reti Sky, in questo caso con produzione totalmente italiana: Sky Cinema in collaborazione con La7 crea il telefilm "1992", protagonista sarà Stefano Accorsi che racconterà dello scandalo Tangentopoli. 


Infine arriverà anche "Gomorra", con Stefano Sollima alla regia, che riporta in scena sotto forma di serie in 12 puntate il libro di Roberto Saviano. Lo stesso ha seguito da dietro le quinte la realizzazione della trasposizione televisiva del suo stesso libro. Insomma ci aspetta un anno ricco di sorprese. Un anno telefilmico per tutti i gusti, in cui a poco a poco scopriremo chi sarà vittima e chi carnefice. Qualche bella idea c’è (poche per la verità) e potrebbero essere interessanti da seguire, altre cose sembrano invece, da quelle poche informazioni che abbiamo, dei rifacimenti apparentemente privi di innovazioni. Non ci resta che seguire le nuove serie tv più da vicino.

Commenti