Uscirà il 13 ottobre "Songs of Innocence", il ritorno alle origini degli U2


E' già uscito il 9 settembre in digitale (nella libreria musicale Apple) ed è atteso per il prossimo 13 ottobre, “Songs of Innocence”, il nuovo album degli U2 dal titolo non privo di significati, edito per la Island Records, in formato anche deluxe e vinile. Il disco, che contiene 11 tracce inedite, è atteso dai fan dal 2009, anno di “No Line on the Horizon”. La band irlandese ha anche, finalmente, svelato la nuova copertina del supporto, tramite il proprio sito ufficiale. L'immagine ritrae un padre che abbraccia, inginocchiato, il figlio, ovvero il batterista Larry Mullen Jr. insieme al figlio 18enne Aaron Presley. 


La foto è stata scattata da Glen Luchford e, secondo il leader Bono, riflette le nuove canzoni e la loro ispirazione ai primi anni degli U2 da adolescenti a Dublino. Ed infatti la copertina rievoca il disco d'esordio “Boy” del '79 ma anche “War” dell'83 che ritraevano un bambino, Peter Rowen, fratello minore di Guggi, amico storico di Bono ai tempi di Cedarwood Road. "Gli U2 sono sempre stati come una comunità con famiglia e amici - spiega Bono -. “Songs of Innocence” è l'album più intimo che abbiamo fatto. Con questo disco stavamo cercando il grezzo, nudo e personale, per tornare all'essenziale. Se si conosce l'album, si vedranno i temi del linguaggio visivo, e come sia molto più difficile aggrapparsi alla propria innocenza che a quella di qualcun altro". Gli U2 si mettono a nudo come affermano loro stessi, ribadendo che l'album “... è molto, molto personale”. Il disco contiene: The Miracle (of Joey Ramone); Every Breaking Wave; California (There Is No End To Love); Song For Someone; Iris (Hold Me Close); Volcano; Raised By Wolves; Cedarwood Road; Sleep Like A Baby Tonight; This Is Where You Can Reach Me Now; The Troubles. La versione deluxe conterrà anche una sessione acustica di brani selezionati dall’album e quattro bonus tracks: Lucifer’s Hands, The Crystal Ballroom, The Troubles (alternative version),Sleep Like A Baby Tonight (alternative perspective mix by Tchad Blake). 

Album Boy ('79)                                            Album War ('83)

La pubblicazione in digitale dell'album è stata spiegata da Bono: “Fare in modo che la nostra musica raggiunga quanta più gente possibile è sempre stato parte del DNA di questa band”, un evento senza precedenti.La musica costa all’artista e questo ha grosse implicazioni, non per noi U2, ma per i musicisti del futuro e per la loro musica, per le canzoni che devono ancora essere scritte dai talenti del futuro che hanno bisogno di potersi mantenere se le vogliono scrivere”, Bono vuole specificare che il lavoro è gratis per i fruitori ma è comunque un lavoro che ha richiesto dei soldi per realizzarlo, la fatica dei musicisti, dei produttori. Ma non finisce qui: gli U2 sono già a lavoro per un secondo regalo ai fan di tutto il mondo e che sarà un “to be continued” con “Songs of Innocence”. La band sta preparando con la Apple su del materiale da sviluppare in un paio di anni e che si rivelerà innovativa nel campo dell'ascolto e della visione stessa della musica. Quale sarà il titolo? “Songs of Experience”, ovviamente. E chissà se non sia una trilogia. Certo non sono mancate le critiche. Gli U2 si sono esibiti anche alla presentazione del nuovo Iphone 6 tenuto dalla Apple in pieno stile Steve Jobs. 


Alcuni si chiedono che sì, il disco è facilmente ascoltabile, ma è anche vero che è stato imposto dall'alto e per la prima volta anche una band si serve di sponsor come le squadre di calcio, in maniera del tutto linda e palese. L'imposizione del disco degli U2 non è piaciuto a tutti, soprattutto a chi non è amante della band ed ha chiesto alla Apple come fare per rimuoverlo. Altri ancora come il cantante-giudice di X Factor, Mika, ha affermato che “... un regalo non si impone”. Certo anche lui è 24 ore su 24 negli spot tv, ma questa è un'altra storia.

Commenti

  1. ...Certo che considerare mediocre la musica degliU2 poi detto da una stellina del pop come MIKA

    RispondiElimina

Posta un commento