Esce "Sono io", il nuovo album "intimo" ed internazionale di Raf



A quattro anni da "Numeri", Raf torna con "Sono Io", il nuovo album di inediti, in uscita domani. Registrato tra gli Usa - e per la precisione in Florida e in California - e l'Italia, nei suoi studi di Formello, a Roma, l'ultimo sforzo musicale del cantautore e da lui prodotto e arrangiato ma anche il primo con la nuova casa discografica,"Universal Music". Il sound è internazionale: al nuovo album sono stati dedicati due anni e mezzo di lavoro in cui l'artista si è spinto ancora più avanti proprio nella ricerca, nella sperimentazione e negli arrangiamenti, con felici rimandi al suo miglior repertorio.Undici nuove canzoni, tra cui "Come una favola" presentata al Festival di Sanremo di quest'anno, il nuovo singolo che ha anticipato l'album, "Rimani Tu" e la cover di "Rose Rosse" di Massimo Ranieri, omaggio al caro amico mentore scomparso, Giancarlo Bigazzi. "Spesso gli esseri umani sono come numeri, basti pensare al grave problema delle persone che scappano dalle guerre e che, una volta arrivati qui, vengono trattati in modo molto discutibile. E' un problema che riguarda non solo l'Italia, come si vuole far pensare, ma tutta l'Europa", ha affermato Raf. "Sono Io" tradisce un'ispirazione autobiografica inserendo concettualmente l'individuo al centro, di autobiografico c'è proprio l'idea dell'uomo e dei suoi pensieri, capaci di "generare" il proprio mondo, di realizzarlo "extra-ratio" e di farlo esistere attraverso il proprio sentire. Il nuovo progetto, che vede l'uso "divertito" dei synth, è stato realizzato dal collaudato gruppo di lavoro di Raf, con qualche nuovo innesto come il batterista americano Gary Novack, i bassisti Luca Vicini (Subsonica) e Combass (alias Valerio Bruno, Apre's La Classe).

Commenti