Telefilm a confronto: Mike & Molly e Satisfaction


Mettiamo oggi a confronto due coppie completamente diverse tra di loro: Mike e Molly, due adorabili obesi, contro Neil e Grace di "Satisfaction", due incredibili bugiardi. Una sit-com la prima, un drama il secondo. Due serie completamente diverse, con due coppie agli antipodi, ma in fondo accomunati, per un motivo diverso, dalla voglia di rivalsa, fisica nel primo caso, psicologica nel secondo. La ABC ci porta nel mondo di Mike Biggs, agente di polizia, e Molly Flynn, maestra elementare e scrittrice, interpretati rispettivamente da Billy Gardell e Melissa McCarthy (Sookie in "Gilmore Girls"), si conoscono durante gli incontri degli Obesi Anonimi. Dopo scambi di sguardi e incontri impacciati, finalmente Mike riesce a chiedere a Molly di uscire. Da lì in poi la relazione crescerà sempre di più, fino al fidanzamento e alle future nozze. 



A circondare i nostri due simpatici ciccioni ci sono le rispettive famiglie impiccione e disastrate. Dalla parte di Molly conosceremo la madre alcolizzata Joyce (Swoosie Kurtz), la sorella Victoria (Katy Mixon) che non disdegna il sesso occasionale ed il fumo di qualsivoglia tipo e genere, e che lavora come truccatrice di cadaveri ed infine Vince Moranto (Louis Mustillo) il nuovo strampalato compagno della madre, che si stabilizza a casa di Joyce senza alcuna remora. Mike invece ha solo un familiare, la lamentosa ed indisciplinata Peggy (Rondy Reed), sua madre, che non le manda a dire, il bersaglio più succulento per lanciare battute e cattiverie sarà la povera Molly. Mike in compenso ha un amico che è come un fratello, l'infantile Carl McMillan (Reno Wilson), poliziotto anch'esso e partner di Mike. I due spesso si trovano a pranzare nel bar di Samuel (Nyambi Nyambi), all'aspetto un po' stupido, ma in realtà è un uomo di grande cultura e caro amico di entrambi. Questo il quadro della situazione. Un cast eccellente per una delle sit-com più divertenti degli ultimi anni, arrivata già alla sesta stagione con buon successo sia di pubblico che di critica. 



Di contro troviamo una famiglia completamente diversa, quella formata da Neil e Grace Truman, interpretati da Matt Passmore ("Le sorelle McLeod") e Stephanie Szostak ("Criminal Intent"), e dalla loro figlia Anika (Michelle Deshon). La USA Network vuole in qualche modo dirci che se hai tutto dalla vita, come nel caso del protagonista Neil, forse c'è una crepa che può sconvolgerla totalmente. Questa crepa si apre, nella classica goccia che ha fatto traboccare il vaso, quando, in attesa di un volo per l'ennesima tappa del suo lavoro - Neil è un uomo d'affari che guadagna molto - l'aereo per problemi non meglio noti, resta bloccato in pista per 5 ore, con tutti i passeggeri all'interno, fino a quando Neil non esplode: apre il portellone dell'aereo, si gonfia lo scivolo e scivola giù. Da lì scaraventa un bicchiere sullo schermo dell'ufficio, si licenzia e scopre sua moglie a letto con un altro uomo. Tutto questo nel Pilot. 



Così Neil cambia vita. Scopre che l'altro uomo è gigolò e che la moglie è insofferente, vorrebbe tornare a fare l'architetto, mestiere che ha lasciato per dedicarsi alla famiglia e alla figlia, ma Neil ama ancora sua moglie e non vuole perderla, in un turbinio di eventi e per diversi casi fortuiti, Neil si troverà con il cellulare di David (Blair Redford), amante della moglie, e diventerà a sua volta un gigolò. Il tutto mentre decide di cambiare vita e recarsi dai musulmani a cercare calma e serenità. Bella la trama, intensa, anche se il Pilot ci regala forse troppo ed ovviamente si intuisce fin da subito che questa tensione non potrà durare in eterno. Calo netto infatti avrà la serie dal secondo episodio in poi. Però è interessante l'idea di base, originale e ben costruita, anche se il cast non è proprio perfetto. 



Ovviamente il titolo ed anche la trama di "Satisfaction" rimanda al brano omonimo dei Rolling Stones del 1965, che è anche la sigla dello show, che ci dice: "Non riesco ad avere nessuna soddisfazione, ci provo, ma non ci riesco", un po' come il protagonista Neil, per l'appunto. Quindi due coppie completamente diverse, due coppie in cui l'amore è forte, ma i cui rapporti vengono messi in difficoltà dai fattori esterni. La noia e la routine porta ai problemi col cibo per Mike e Molly e al tradimento per Neil e Grace. Come si fa a ritrovarsi quando tutto sembra andar male? Ce lo spiegano col divertimento ed il sorriso i primi e col dramma e i patimenti i secondi. "Mike & Molly" è della CBS, nata dalla mente dell'oberato Chuck Lorre, va in onda su Italia 2, "Satisfaction" nasce per la USA Network da un'idea di Sean Jablonski ("Suits", "Nip/Tuck"), ancora purtroppo inedita in Italia. Due buone serie quelle messe a paragone oggi, seppur agli antipodi, ma noi preferiamo sorridere di gusto con la storia dei nostri "obesi anonimi".

Personaggi e doppiatori di Mike & Molly:

Mike Biggs (Roberto Stocchi)
Molly Flynn (Francesca Guadagno)
Carl McMillan (Nanni Baldini)
Victoria Flyn (Federica De Bortoli)
Joyce Flynn-Moranto (Serena Verdirosi)
Vince Moranto (Sergio Di Giulio)
Samuel (Gianfranco Miranda)
Peggy Biggs (Maria Pia Di Meo)


Commenti