"Miss Peregrine - La Casa dei Ragazzi Speciali" di Tim Burton


Uscirà il 15 dicembre in Italia "Miss Peregrine - La Casa dei Ragazzi Speciali" il nuovo film di Tim Burton, sceneggiato "bene" da Jane Goldman e con la suggestiva fotografia di Bruno Delbonnel. Purtroppo dopo più di un'ora di tensione, di grande impatto emotivo, partecipazione, persino di "empatia" che si riesce a creare coi personaggi principali, una cosa davvero non da poco, Burton sembra letteralmente liberare le trecce e i cavalli e balla solo... dando "spettacolo a tutti i costi" ma sminuisce la visione di una pellicola che per un'ora buona era stata decisamente sul pezzo. Nel senso che l'intrigo, la storia, il mistero, ci sono tutti, c'è un nonno morto, un nipote che vuole saperne giustamente di più e ben imbeccato trova un mondo meraviglioso che gli spalanca le porte, stupefacente e sorprendente nel ritratto dei suoi personaggi che lo albergano.
Un pò "Alice nel paese" e un pò di più... se le meraviglie sono un ragazzo che sputa api a ogni piè sospinto, un ragazzo invisibile che non ha voglia di vestirsi e uno che mette cuori nelle bambole per darle vita. C'è un passato mai domo che ritorna e non smette e pretende di essere giustificato, c'è una vicenda aperta e per niente affatto chiusa come i loop di Eva Green, c'è più di una mezz'ora finale che "doveva essere evitata" peccato, sarebbe stato un grande film. Ma siamo sicuri che ci saranno molti spettatori a cui piacerà la scelta "stilistica" apportata, buon per i botteghini ma per quanto ci riguarda Tim Burton ha letteralmente mandato a puttane "un film bellissimo".


"- Non parliamo del futuro qui, noi parliamo del presente, anche adesso"
"- Non dire niente, detesto gli addii - Tornerò qui domani - Non c'è fretta, io sarò qui per sempre"
"- Tu sarai ancora la? - Il nostro loop è sparito per sempre"

Commenti