Il FolkClub ricorda Gianmaria Testa, un evento al femminile


È consuetudine del FolkClub di Torino in occasione dell’ultimo concerto dell’anno, tradizionalmente il sabato prima di Natale, presentare una serata particolare. Per esempio nel dicembre 2008, quando ancora scossi dalla scomparsa di Franco Lucà, venne chiamato il migliore amico del FolkClub a cui vennero proposte quattro serate, ognuna diversa dall’altra. Quell’amico era Gianmaria Testa... e adesso non c’è più. Sono passati 9 mesi da quel giorno, ma continua a mancare a tutti terribilmente e non smetterà di farlo. "Così quando l’estate scorsa programmavamo la stagione, la scelta su cosa fare nel “concerto di Natale” fu ovvia e naturale: un omaggio a Gian - hanno fatto sapere dal FolkClub - Ma qui si pose il primo problema, non ci sentivamo pronti ad ascoltare le canzoni di Gian cantate dalla voce di un altro; d’altronde era impensabile celebrare e ricordare un cantautore con un concerto strumentale, troppo importanti, troppo belle, troppo giuste le parole di Gian per rinunciarvi. Così nacque l’idea, d’intesa con Paola Farinetti, che di Gian è stata manager e compagna di vita, di affidare le canzoni di Gianmaria Testa a voci esclusivamente femminili, suoni diversi, registri diversi, nessun paragone possibile con l’incredibile e inimitabile espressività della voce di Gian. Preferiamo così". 
La scelta è caduta su tre tra le migliori voci oggi in Italia a cavallo tra jazz e canzone d’autore: Maria Pia De Vito, Olivia Sellerio e Patrizia Laquidara. Ci sarà anche Bia, che già aveva suonato al Folk Club con Gianmaria, la sua ultima volta. L'artista brasiliana arriverà direttamente dal Canada per l’occasione. Ci saranno inoltre i tre musicisti che più di chiunque altro hanno condiviso il palco con Gianmaria nei suoi innumerevoli concerti: Giancarlo Bianchetti alla chitarra, Philippe Garcia alla batteria e Nicola Negrini al contrabbasso, ma ci saranno anche Rita Marcotulli e Furio Di Castri. 
Sarà una festa, tutti i musicisti partecipano a titolo gratuito e il ricavato della serata, pagate le spese di viaggio e accoglienza dei musicisti, sarà devoluto all’Associazione Libera di Don Ciotti, amico da sempre di Gian. Inoltre ci sarà una sorpresa per il pubblico, qualcosa che resterà a ognuno L'evento è organizzato dal FolkClub di Torino in collaborazione con Produzioni Fuorivia, con l'apporto di Paola Farinetti.

Commenti