The Night Of (HBO/Sky Atlantic)


“Sono al distretto di polizia. E' un malinteso, mi hanno arrestato e qui credono tutti che io sia colpevole.. di omicidio”

La HBO torna a fare ciò che sa fare, raccontando con stile e classe qualcosa che cambia un'esistenza umana e ciò che può succedere nel corso di una normale vita ad un classico bravo ragazzo, in una sera qualunque, grazie a "The Night Of": miniserie in otto episodi andata in onda tra luglio e agosto di quest'anno che qui in Italia è arrivata lo scorso 25 novembre su Sky Atlantic. "The Night Of" è la famosa serie che avrebbe dovuto vedere la luce circa tre anni fa e che avrebbe visto il ritorno in tv del compianto James Gandolfini. Alla sua scomparsa però la serie venne accantonata, poi ripresa con l'annuncio che Robert De Niro avrebbe preso il posto di Gandolfini. Ma questo non successe, a causa di svariati impegni dell'attore. 


Alla fine la scelta definitiva cadde su John Turturro, che presta quindi egregiamente il volto a John Stone, avvocato caduto in disgrazia, con diversi problemi fisici che si troverà a dover dimostrare l'innocenza di un ragazzo innocente all'interno di una delle cause più complicate della sua carriera. Il ragazzo in questione è Nasir Khan (Riz Ahmed), detto Naz, il classico "bravo ragazzo" del Queens (New York), studente universitario dalla vita tranquilla, fatta di uscite occasionali e una famiglia salda alle spalle. Un giorno però la sua vita viene stravolta completamente: Naz ruba il taxi del padre per andare ad una festa a Manhattan, ma fermatosi per caso ad un semaforo, una ragazza salta su e gli chiede un passaggio. Finiranno a letto assieme, tra sesso e droghe pesanti, tutte ovviamente puntualmente tirate fuori dalla borsetta della sconosciuta piovuta dal nulla. Naz non si tira indietro, accetta tutto, completamente preso dalla situazione. 


Al suo risveglio però, la tipa non è più accanto a lui, Naz si riveste e la cerca, fino alla camera da letto della ragazza, dove trova uno scenario agghiacciante: la trova in un bagno di sangue, brutalmente pugnalata, più e più volte. Inesperto e spaventato, Naz fa l'errore più grande della sua vita: porta via il coltello, tutte le sue cose e scappa. Viene quindi fermato dalla polizia perché guida sbandando a destra e a sinistra, ubriaco, annientato dall'ansia. Viene messo in manette e portato alla centrale, nel tragitto però qualcuno chiama la stessa pattuglia per andare nello stesso luogo dal quale pochi minuti prima Naz è scappato. Ovviamente finisce in galera e la sua vita si stravolge e sarà costretto a crescere, suo malgrado, in fretta, per non soccombere. 


Sono Naz e John le figure focali di questa splendida miniserie della HBO sceneggiata da Richard Price (sceneggiatore dei film tra gli altri di Martin Scorsese, Spike Lee e John Singleton) e diretta da Steven Zaillian (premio Oscar per "Schindler's List") che portano giustamente lo show fino alla candidatura ai prossimi Golden Globe come miglior miniserie, John Turturro e Riz Ahmed, entrambi nominati per la categoria: miglior attore protagonista in una miniserie. "The Night Of" è semplicemente una serie da godersi a pieno, otto ore di puro godimento telefilmico, in cui il telespettatore diventa un po' investigatore, un po' carnefice, un po' giudice, un po' martire, triste, arrabbiato, nervoso, come se facesse parte realmente di quel mondo, di quel dramma, di quel dolore, di quel cambiamento, della crescita di un ragazzo come tanti incastrato dagli eventi, in una notte qualunque, per una ragazza qualunque. Cos'è successo quella notte?

Personaggi e doppiatori:

John Stone (Pasquale Anselmo)
Nasir Khan (Simone Crisari)

Commenti