Golden Globe: qui tutti i premi

Meryl Streep

I Golden Globe sono da 74 anni l'apertura d'anno perfetta per tutti gli amanti delle serie tv. Ed anche quest'anno i giudici della kermesse non si sono smentiti, premiando le serie ed i personaggi fondamentalmente meno noti dell'anno telefilmico appena passato. Il successo quest'anno è stato per la FX grazie ad "Atlanta" e alla Netflix, grazie al bellissimo "The Crown". La FX è vincente sulla maggior parte dei settori grazie anche a American Crime Story. Vittoria che stupisce quella di "The Night Manager" che si porta a casa ben tre statuette. La HBO sconfitta su tutti i fronti e restano sorprendentemente a secco le super favorite "Game of Thrones", "Westworld" e soprattutto "Stranger Things", che a conti fatti e senza alcun dubbio è stata da tutti definita la serie dell'anno appena passato... per tutti tranne che per i giudici del Golden Globe, a quanto pare. Per quel che riguarda l'aspetto cinematografico a trionfare sono il film musicale "La La Land" ed il discorso contro Donald Trump di Meryl Streep, che è quello di cui poi più si parla il giorno dopo. Ma andiamo per ordine.

Sarah Paulson

Premi televisivi

Miglior Drama: The Crown (Netflix), che batte: Game of Thrones (Hbo), Stranger Things (Netflix), This Is Us (Nbc) e Westworld (Hbo)

Miglior comedy o musical: Atlanta (Fx), che batte: black-ish (Abc), Mozart in the Jungle (Amazon Studios), Transparent (Amazon Studios) e Veep (Hbo)

Miglior Film-tv o miniserie: American Crime Story (Fx), che batte: American Crime (Abc), The Dresser (Bbc Two), The Night Manager (Amc) e The Night Of (Hbo)

Miglior attore protagonista di una serie tv drama: Billy Bob Thornton, per il ruolo di Billy McBride in Goliath (Amazon Studios), che batte: Rami Malek, per il ruolo di Elliot Alderson in Mr. Robot (Usa Network), Bob Odenkirk, per il ruolo di Saul Goodman in Better Call Saul (Amc), Matthew Rhys, per il ruolo di Philip Jennings in The Americans (Fx) e Liev Schreiber, per il ruolo di Ray Donovan in Ray Donovan (Showtime)

Miglior attrice protagonista di una serie tv drama: Claire Foy, per il ruolo della Regina Elisabetta II in The Crown (Netflix), che batte: Caitriona Balfe, per il ruolo di Claire Beauchamp Randall/Fraser in Outlander (Starz), Keri Russell, per il ruolo di Elizabeth Jennings in The Americans (Fx), Wynona Ryder, per il ruolo di Joyce Byers in Stranger Things (Netflix) e Evan Rachel Wood, per il ruolo di Dolores in Westworld (Hbo)

Miglior attore protagonista di una serie tv comedy o musical: Donald Glover, per il ruolo di Earn Marks in Atlanta (Fx), che batte: Anthony Anderson, per il ruolo di Andre "Dre" Johnson Sr. in black-ish (Abc), Gael Garcia Bernal, per il ruolo di Rodrigo De Souza in Mozart in the Jungle (Amazon Studios), Nick Nolte, per il ruolo di Richard Graves in Graves (Epix) e Jeffrey Tambor, per il ruolo di Maura Pfefferman in Transparent (Amazon Studios)

Tom Hiddleston

Miglior attrice protagonista di una serie tv comedy o musical: Tracee Ellis Ross, per il ruolo di Rainbow "Bow" Johnson in black-ish (Abc), che batte: Rachel Bloom, per il ruolo di Rachel Bunch in Crazy Ex-Girlfriend (The Cw), Julia Louis-Dreyfus, per il ruolo di Selina Meyer in Veep (Hbo), Sarah Jessica Parker, per il ruolo di Frances Dufresne in Divorce (Hbo), Issa Ree, per il ruolo di Issa Dee in Insecure (Hbo) e Gina Rodriguez, per il ruolo di Jane Gloriana Villanueva in Jane the Virgin (The Cw)

Miglior attore protagonista di un film-tv o miniserie: Tom Hiddleston, per il ruolo di Jonathan Pine in The Night Manager (Amc), che batte: Riz Ahmed, per il ruolo di Naz Khan in The Night Of (Hbo), Bryan Cranston, per il ruolo di Lyndon B. Johnson in All the Way (Hbo), John Turturro, per il ruolo di John Stone in The Night Of (Hbo) e Courtney B. Vance, per il ruolo di Johnnie Cochran in American Crime Story (Fx)

Miglior attrice protagonista di un film-tv o miniserie: Sarah Paulson, per il ruolo di Marcia Clark in American Crime Story (Fx), che batte: Felicity Huffman, per il ruolo di Leslie Graham in American Crime (Abc), Riley Keough, per il ruolo di Christine Reade in The Girlfriend Experience (Starz), Charlotte Rampling, per il ruolo di Frances Turner in London Spy (Bbc Two) e Kerry Washington, per il ruolo di Anita Hill in Confirmation (Hbo)

Donald Glover

Miglior attore non protagonista di una serie tv, film-tv o miniserie: Hugh Laurie, per il ruolo di Richard Onslow Roper in The Night Manager (Amc), che batte: Sterling K. Brown, per il ruolo di Christopher Darden in American Crime Story (Fx), John Lithgow, per il ruolo di Winston Churchill in The Crown (Netflix), Christian Slater, per il ruolo di Mr. Robot in Mr. Robot (Usa Network) e John Travolta, per il ruolo di Robert Shapiro in American Crime Story (Fx)

Miglior attrice non protagonista di una serie tv, film-tv o miniserie: Olivia Coleman, per il ruolo di Angela Burr in The Night Manager (Amc), che batte: Lena Headey, per il ruolo di Cersei Lannister in Game of Thrones (Hbo), Chrissy Metz, per il ruolo di Kate Pearson in This Is Us (Nbc), Mandy Moore, per il ruolo di Rebecca Pearson in This Is Us (Nbc) e Thandie Newton, per il ruolo di Maeve Millay in Westworld (Hbo)

Ryan Gosling


Premi cinematografici

Miglior film drammatico: Moonlight di Barry Jenkins

Migliore attrice in un film drammatico: Isabelle Huppert in Elle

Miglior attore in un film drammatico: Casey Affleck in Manchester by the Sea

Miglior film musicale o commedia: La La Land di Damien Chazelle

Migliore attrice in un film musicale o commedia: Emma Stone in La La Land

Miglior attore in un film musicale o commedia: Ryan Gosling in La La Land

Viola Davis


Miglior film straniero: Elle di Paul Verhoeven (Francia)

Miglior film d'animazione: Zootropolis di Byron Howard e Rich Moore

Migliore attrice non protagonista: Viola Davis in Barriere

Migliore attore non protagonista: Aaron Taylor-Johnson in Animali Notturni

Migliore regista: Damien Chazelle per La La Land

Migliore sceneggiatura: Damien Chazelle per La La Land

Migliore colonna sonora originale: Justin Hurwitz per La La Land

Migliore canzone originale: City of stars in La La Land (Musica di Justin Hurwitz; Testo di Benj Pasek e Justin Paul)


Commenti