“Giocare le finali ormai non conta più nulla”


“Giocare le finali ormai non conta più nulla” così ha detto Gianluigi Buffon subito dopo la partita col Monaco, semifinale di champions che porta i bianconeri alla seconda finale in tre anni, presumibilmente col Real Madrid. Esempio lampante di come la consapevolezza più che la mentalità sia cambiata nei giocatori juventini rispetto a Berlino. A Cardiff la Juve ci arriva con una solidità difensiva spaventosa, che ricorda in toto l’Italia di Lippi di undici anni orsono, e con uno schema tattico che non sarà uguale ma finisce quanto meno col ricordare “quella Juve di Lippi” del primo Del Piero “ovunque”, come Dybala, come Penna Bianca Ravanelli alias il Mandzukic odierno e ovviamente l’accostamento Pipita Vialli viene da se. Tutto è sbagliato a ben vedere, perché i giocatori hanno tutt’altre caratteristiche… soprattutto nell’attacco che vinse contro i lancieri nel 1996… Ma la verità, sono le doti comuni, che rendono questa squadra oggi quanto meno paragonabile a i due colossi del passato. E le somiglianze non scarseggiano anche con l’ultima Inter possibile, ovvero quella di Mourinho, con Eto'o a far l’ala e il duo roccia Lucio, Samuel… Il centrocampo , questo sconosciuto, eppure la stessa Juve arrivò in finale appena due anni fa con un centrocampo “monstre” non bastò evidentemente…. E a memoria tranne Jugovic che segna il rigore decisivo, ci ricordiamo tutti Paolo Cannavaro pallone d'oro e Fabio Grosso eroe nazionale e Milito super bomber… Il calcio è semplice, a volte, ed è per questo che la difesa della Juve potrà avere la meglio sul Real di Ronaldo, orfano, ad oggi, di Bale, anche se Modric e Kroos sono i due migliori interpreti possibili del centrocampo a due… in special modo perché i Galatcicos peccano in difesa da sempre, nonostante le organizzazioni date da Ancellotti prima e da Zidane poi… e "con questi due" viene in mente Perugia e i gol di Inzaghi sbagliati come niente, e non c'entra niente, ma Inzaghi che ha vinto l’ultima Champion del Milan praticamente da solo, con una doppietta, che non era neanche titolarissimo... la Champion ce l’hai dentro, è evidente, come Dani Alves, c’è poco da dire… e soprattutto cosa stavamo cercando di dire? Che il Real con la Juve ultimamente ha sempre fatto figure barbine, ma quando contava, Mijatovic, passato anche da Firenze, l’ha toccata piano 19 anni fa... in pieno fuorigioco? Beh era il ’98, con la Juve strafavorita… come con l’Amburgo o il Borussia se vi pare… poi magari l'Atletico del Cholo fa la remuntada come il Barca col Psg e di che stiamo a parlare... ma piuttosto parliamo dell’esonero di Pioli a tre giornate dalla fine del bellissimo campionato italiano diviso in due tronconi due.

Commenti