The Defenders (Netflix)


“Se non fai attenzione, sei morto... o peggio avrai il privilegio di veder morire tra le tue braccia le persone che ti sono più care. Certo, forse la città è a rischio, questa guerra conta, ma pensate di vivere col pensiero che lottando avrete peggiorato le cose”

I difensori sono tornati, per la prima volta uniti tutti assieme in un'unica serie come sempre targata Netflix. Dopo due stagioni di “Daredevil”, e le singole stagioni di “Jessica Jones”, “Luke Cage” e “Iron Fist”, che avranno tutte un seguito, ecco che è arrivato il tanto atteso: “The Defenders”. Approdato in tutte le piattaforme Netflix lo scorso 18 agosto la serie ha fatto fin dai primissimi fotogrammi capire che ha molto da raccontare. Dopo che molti avevano storto il naso e criticato aspramente “Iron Fist”, adesso non si può far altro che ricredersi ed accettare il fatto che le serie sui difensori Marvel sono senza alcun dubbio la cosa migliore vista nella storia delle serie sui supereroi: la costruzione delle varie trame, la relazione tra i 4 personaggi, gli incastri, i complotti, la difficoltà materiale di unire 4 prime donne che si incontrano per la prima volta, combattendo per la stessa causa – anche se solo dal terzo episodio – i dialoghi, la regia, gli effetti speciali, nulla in “The Defenders” è lasciato al caso. 


L'obiettivo della serie, come nei casi precedenti, è quello di combattere contro la potente “Mano”, organizzazione criminale che ha agganci importanti in tutto il mondo. Adesso i nostri 4 eroi, ognuno con un carattere molto forte che li porterà a scontrarsi con costanza e dedizione, cercheranno di abbozzare una squadra al fine di combattere questo potente criminale. Mentre Luke Cage, sempre interpretato da Mike Colter, con la sua forza e la sua invulnerabilità, cerca di fare da pacere, Danny Rand/Iron Fist (Finn Jones) ed il suo pugno micidiale, che è anche la chiave di tutto, usa i soldi come alternativa plausibile, Matt alias Daredevil (Charlie Cox) e Jessica (Krysten Ritten), tentano di risolvere anche svariati problemi personali. 


Troviamo ovviamente nel cast anche Claire Temple (Rosario Dawson), l'unica ad essere presente in tutte le serie finora prodotte, ormai compagna fissa di Luke; Foggy (Elden Henson), collega, amico e socio di Matt; Colleen Wing (Jessica Henwick), alleata di Danny; Misty Knight (Simone Missick), detective di Harlem, amica di Luke; Bakuto (Ramon Rodriguez), leader di una delle sezioni della mano; Trish Walker (Rachel Taylor), sorella e amica di Jessica; Karen Page (Deborah Ann Woll), prima segretaria dello studio di Matt e Foggy e ora reporter del New York Bulletin; Stick (Scott Glenn), mentore di Matt; Elektra (Elodie Yung), quest'ultima tornerà in vita grazie ad un potentissimo incantesimo messo a punto dalla Mano per fare di lei un'arma micidiale in lotta contro i Difensori, Elektra non si ricorderà di Matt e una volta alleati adesso invece si riscopriranno acerrimi nemici; ed infine Alexandra Reid (Sigourney Weaver), leader di una sezione della Mano, unico personaggio nuovo della serie. 


Cast numerosissimo a parte, ognuno però ha una funzione ben precisa ai fini della trama e nonostante gli innumerevoli personaggi non si crea confusione, perché tutto viene delineato alla perfezione, attraverso una narrazione molto veloce ed una sceneggiatura sempre accattivante. Se gli Avengers sono sul grande schermo a regalare adrenalina in ogni loro film, questi 4 supereroi, forse considerati dalla Marvel “figliastri” rispetto ad Iron Man, Thor, Capitain America e compagnia briscola, non sono da meno però nell'offrire dosi considerevoli di caratura e forza, a dirla tutta Daredevil, Jaessica Jones, Luke Cage e Iron Fist, potrebbero anche essere considerati migliori dei figli prediletti dalla Marvel, perché sono più “umani”, hanno storie alle spalle molto più vicine a noi rispetto ad esempio ad un egocentrico e ricchissimo Iron Man o al Dio Thor, troppo lontani e decisamente meno clementi sotto l'aspetto dell'empatia col telespettatore. Ma andiamo alle critiche doverose, perché comunque non mancano: la serie parte effettivamente da quando i 4 Difensori si riuniscono tutti assieme e le scene in cui sono uniti sono sicuramente le più forti, ma c'è un ma, ed è sempre lo stesso: Iron Fist. 


Noi, non avevamo completamente distrutto la serie originale lui dedicata, eravamo tra i pochi ad aver salvato in parte Danny e tutto il suo clan, ma adesso che si sono riuniti assieme è effettivamente palese che il più giovane del gruppo sia anche il più debole sia sotto il profilo della qualità recitativa che sotto il più fondamentale aspetto del personaggio in se e del potere ad esso collegato, un po' fiacco rispetto a quello degli altri tre compagni d'avventura. E vedendoli sempre uno accanto all'altro diviene sempre più chiara la differenza che avevamo notato anche nelle serie madri: Daredevil resta il personaggio migliore, il più affascinante, Jessica Jones segue a ruota grazie anche alla splendida interpretazione della Ritter e ad un sarcasmo sempre pungente e puntuale, mentre Cage resta già più distaccato, il suo personaggio non è d'impatto come i primi due, ma ha una storia alle spalle molto potente, fanalino di coda resta Iron Fist, che come dicevamo non regge il confronto. Ma malgrado tutto ciò la serie è senza alcun dubbio ricca di colpi di scena e forte sotto l'aspetto narrativo, soprattutto dal terzo episodio in poi si cresce sempre di più, fino ad arrivare ad un finale di stagione sorprendente.


Commenti