ROMA JAZZ FESTIVAL Anteprima con Diana Krall e Stefano Bollani



ROMA JAZZ FESTIVAL
Anteprima con Diana Krall e Stefano Bollani
13 e 15 ottobre 2017
Auditorium Parco della Musica

 Il 41mo ROMA JAZZ FESTIVAL partirà ufficialmente il prossimo 5 novembre, con l’atteso concerto di CHICK COREA / STEVE GADD SEXTET. Ma per il pubblico di jazzofili che da anni segue questa storica manifestazione, ci sono due anteprime di grandissimo livello.
DIANA KRALL (13 ottobre) e STEFANO BOLLANI (15 ottobre) sono artisti che non hanno bisogno di tante presentazioni. La prima è una delle “Femmes Fatales” del jazz internazionale, pianista e cantante di straordinarie capacità, unite ad un fascino assoluto. Il secondo è il pianista italiano più rispettato, ricercato, poliedrico che vantiamo da molti anni a questa parte. Concertista sopraffino, estroverso e geniale, si presenterà in “solo”.
Il ROMA JAZZ FESTIVAL, in programma al Parco della Musica ed altri luoghi della città, si svolgerà dal 5 al 30 novembre. Fra i concerti in arrivo al Parco della Musica, nel cartellone della rassegna: SIMONA MOLINARI QUARTET Feat. MAURO OTTOLINI  “LOVING ELLA”, MULATU ASTATKE & STEP AHEAD BAND, ADAM BEN EZRA, LYDIAN SOUND ORCHESTRA Guest star JEREMY PELT ““TO BE OR NOT TO BOP” per ricordare Dizzy Gillespie, il progetto MONK BY FOUR BY MONK, OMAR SOSA & SECKOU KEITA “TRASPARENT WATER”, FABRIZIO BOSSO SPIRITUAL TRIO Feat. VALTER RICCI, TINO TRACANNA "Double Cut", CORY HENRY & THE FUNK APOSTLES, il tributo a John Coltrane di FRANCESCO BEARZATTI / ROBERTO GATTO / BENJAMIN MOUSSAY, la NEW TALENTS JAZZ ORCHESTRA DIRETTA DA MARIO CORVINI E IL CORO DEL CONSERVATORIO DI SANTA CECILIA CONDOTTO DA CARLA MARCOTUTTI in "DUKE ELLINGTON'S SACRED CONCERT”.  Tutte le prevendite per questi concerti sono già aperte e sono raggiungibili dal sito www.romajazzfestival.it  o da quello del Parco della Musica www.auditorium.com.


Anteprima Roma Jazz Festival 2017

VENERDI 13 OTTOBRE
DIANA KRALL
WORLD TOUR 2017-2018

IL NUOVO ALBUM CELEBRA UN RITORNO AL JAZZ E ALLA GRANDE CANZONE AMERICANA, RIUNENDO DIANA CON IL PRODUTTORE E VINCITORE DI GRAMMY TOMMY LIPUMA

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA, SALA SANTA CECILIA, ORE 21
Biglietti da da 35 a 65,50 € + diritti di prevendita

Diana Krall, la cantante e pianista jazz vincitrice di molti GRAMMY®, arriva all’Auditorium per presentare il nuovo album uscito a maggio “Turn up the quiet”. "Ho pensato a questi brani a lungo. La compagnia di alcuni fra i miei migliori amici - anche sul piano musicale - mi ha permesso di raccontare queste storie esattamente nel modo che desideravo. A volte, si deve semplicemente far emergere il silenzio per essere sentiti meglio". Il nuovo album celebra il ritorno della Krall al jazz e alla grande canzone americana e segna la reunion con Tommy LiPuma, il produttore e vincitore di molti Grammy. Insieme a Milano, Roma ospita le uniche date italiane dove, per la prima volta nel nostro paese, si potrà assistere  all’esecuzione live dei nuovi brani e riascoltare i successi  e le sonorità che contraddistinguono lo stile  unico dell’affascinante artista.    



DOMENICA 15 OTTOBRE
STEFANO BOLLANI – PIANO SOLO

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA, SALA SANTA CECILIA ORE 21
Biglietti da 17,50 a 26,50 + diritti di prevendita


Piano Solo, più che un tradizionale concerto al pianoforte, è un omaggio all’arte dell’improvvisazione. Nel momento in cui Stefano Bollani sale sul palco per il suo one man show, tutto può accadere. Non esiste nessuna scaletta, nessun programma di sala a cui aggrapparsi per seguire il succedersi dei brani. Lo spettatore è trascinato in un’avventura ogni sera diversa, un viaggio a perdifiato attraverso orizzonti musicali solo apparentemente lontani. Si può passare così da Bach ai Beatles, da Stravinskij ai ritmi brasiliani, con improvvise incursioni nel pop o nel repertorio italiano degli anni Quaranta. In questo vero e proprio flusso di coscienza musicale, il riso e l’emozione si mescolano. Una sola cosa è certa, alla fine del concerto sarà il pubblico a decidere il bis. Bollani diligentemente segna ed esegue sul momento i pezzi richiesti: un medley imprevedibile in cui il virtuosismo si mescola all’irriverenza.

Commenti