Serie tv: i promossi e i bocciati di settembre


Settembre è stato un mese nel quale molti network hanno tirato un po' le somme dopo un estate un po' piatta e sono molte le serie tv che subiscono uno stop sulla programmazione ed iniziamo proprio da queste stavolta: la SyFy ha deciso di bocciare “Dark Matter” dopo tre stagioni e “Blood Drive” dopo una sola. Purtroppo la HBO ha deciso di cancellare dopo sette splendide stagioni una delle sue serie migliori: “Veep”, nel 2018 infatti andrà in onda la settima ed ultima. Il presidente del network commenta così: “La decisione di portare "Veep" ad una conclusione è dolceamara. Adoriamo lo show e tutti coloro che vi sono coinvolti, ma rispettiamo la decisione dei produttori di portare il viaggio di Selina Meyers (Julia Louis-Dreyfus) a conclusione dopo un incredibile viaggio con premi e consensi della critica. La comica genialità di Julia Louis-Dreyfus ha dato a Selina una presenza dinamica ed un umorismo vibrante che le assicureranno un posto tra i personaggi comici più iconici nella storia della televisione. Non vediamo l'ora di produrre la settima ed ultima stagione". 


Così finisce il viaggio della Meyers, uno dei personaggi più belli della storia della serialità comica statunitense. Ma andiamo avanti. Si ferma a sorpresa dopo una sola stagione anche il viaggio della vita del giovane William Shakespeare in “Will”, la TNT infatti ha deciso di cancellare la serie. Nel frattempo cambia idea la Amazon, che aveva rinnovato qualche mese fa “Z. The Beginning of Everything” e che invece adesso si trova costretta a non continuare con una seconda stagione la serie a causa di un taglio al budget che comporterà anche una riduzione sul totale delle produzioni originali del canale ondemand. Proprio per questo motivo la Amazon cancella anche la serie con Matt Bomer, “The Last Tycoon”. Altra sorpresa è la decisione da parte dell'inglese BBC Three di eliminare dal palinsesto lo spin-off di “Doctor Who” dopo appena una stagione, stessa cosa che purtroppo fa Spike con “The Mist”, l'intrigante serie tratta dal romanzo di Stephen King. Infine finalmente la Freeform mette un punto ad una delle serie più brutte degli ultimi anni: “Stitchers”, dopo tre stagioni. 


Passiamo alle note dolci ed iniziamo anche in questo caso dalla SyFy che rinnova “Killjoys” per una quarta e quinta stagione che chiuderanno la serie, per un totale di 20 episodi. La Sky rinnova “Tin Star” per una seconda stagione, la Showtime promuove “I'm Dying Up Here” anch'essa per il secondo anno, “People of Earth”, “Wrecked” e “The Guest Book”, tutte serie della Tbs, vengono rinnovate, le prime due per la terza stagione, mentre l'ultima per una seconda. La Netflix questo mese ha solo preso la decisione di promuovere “Atypical” per una seconda stagione da 10 episodi, mentre la History Channell ovviamente da ancora fiducia alla sua serie più seguita e longeva, “Vickins”, per la sesta, prima ancora della messa in onda della quinta. La NBC decide di portare avanti le storie di “Marlon” in una seconda stagione che andrà in onda nell'estate 2018 e stessa cosa fa la HBO con l'interessante “The Deuce” con protagonista James Franco. Infine dobbiamo ricordare che da circa una settimana i network hanno cominciato a sfoderare le loro armi, nuove e vecchie, per la stagione televisiva 2017/18, e mentre da un lato già si notano i primi cali tensivi e le prime avvisaglie di flop imminenti, dall'altro c'è già un network che ha deciso di aumentare il numero degli episodi della prima stagione di un suo nuovo show, stiamo parlando della CBS che ha deciso di portare il numero di episodi di “Young Sheldon”, spin-off di “The Big Bang Theory”, da 13 a 22.

Commenti