Trio Quater - Trio Quater


Impossibile restare indifferenti alle chitarre di Luca Brembilla, Marco Pasinetti e Jonathan Locatelli ovvero i “Trio Quater” che si uniscono e che al di là della perizia tecnica rilasciano un esordio davvero notevole, perché “i virtuosismi” non sono mai fini a se stessi, tutt’altro. Cinque brani originali più “Asturias” di Isaac Albeniz, passati sotto le mani di Marco Ghezzi dei Sakee Sed. Il risultato è un tripudio di chitarre “ovviamente” che si amalgamano magistralmente. A cominciare dall’iniziale “The wizard” che mischia blues e country con giochi di note frenetici, per passare a una “Para ti” “sfuggevole e misteriosa”. “Morning Glory” è invece suggestiva, perennemente come in cerca di “nuovi orizzonti” e “sorprese” che non mancano, senza dimenticare le sfumature, uno dei brani migliori del lotto. “Otra vez”dall’incedere cantilenante, è dolente e struggente in certi momenti “ricca di sapori malinconici” anche quando i giri crescono. “Colorando il Colorado” parte “sospesa” per poi aprirsi, con la melodia che si distende morbida e sinuosa. Chiude il lotto la cover di“Asturias” riletta in maniera mirabile, con una parte centrale che potremmo definire “fisica” col respiro dei nostri sullo sfondo, da brividi.

Commenti