Will & Grace (NBC/Joi)


Karen: “Nel mio sogno Will viveva con un ragazzo bruno in uniforme e Grace invece era sposata con un medico ebreo”
Will: “Si, beh... era così... ma ora siamo single”
Karen: “Mi pareva... Allora che fine hanno fatto i vostri figli? Una volta cresciuti si sono sposati tra di loro?”
Will: “Non è mai accaduto!”
Karen: “Ah, che sollievo... chi vorrebbe vederli crescere dei figli?!”

E' tornato il tanto atteso “Will & Grace”. Il finale dell'ottava stagione è stato accantonato, come se non fosse effettivamente mai successo che i due protagonisti si ritrovassero poi all'università dei loro rispettivi figli dopo anni di silenzio tra i due. Quindi ci troviamo 10 anni avanti nel tempo: Grace vive “momentaneamente”, così come dice lei stessa, è tornata a vivere con Will in attesa del divorzio da Leo, Will è di nuovo single e diventa una specie di “Dilf”, a caccia di giovani uomini attirati dai “daddy”, Jack svolazza ancora di fiore in fiore, adesso con l'aiuto dei social, mentre Karen è la ricchissima e splendida Karen di sempre. La serie sorprendentemente non è stata minimamente scalfita dalla pausa lunga 11 anni. 


Il 28 settembre scorso approdata sulla NBC con ascolti record e tornata il 13 ottobre su Joi, “Will & Grace”, insieme a “Gilmore Girls”, sono senza alcun ombra di dubbio i migliori ritorni televisivi di sempre. Tutte le rivisitazioni, i reboot, i ritorni ed i rifacimenti del passato hanno sempre avuto dei problemi, delle mancanze più o meno visibili dovute principalmente allo scorrere del tempo, o anche ad un cast modificato e quindi non idoneo, ma in questo caso sembra che il tempo non sia passato, malgrado l'assenza, dovuta alla sua prematura scomparsa, di Laura Latini nella trasposizione del doppiaggio italiano, sostituita comunque da una brava Roberta De Roberto, la serie sembra non aver perso lo smalto ed è assolutamente al passo con i tempi, quindi troviamo un Jack che ora è molto più social, Karen molto più alcolizzata, Will sempre più single e Grace una normalissima donna divorziata. 


Sono sempre loro, sono sempre i 4 che si sono fatti amare allora (tra il 1998 ed il 2006, nelle prime 8 stagioni dello show) e che si fanno amare ancora oggi, forse ancora di più, perché quelle rughe in viso, quel qualche chilo in più, ha aggiunto quel briciolo di maturità e umanità in più che forse prima non c'era. David Kohan e Max Mutchnick, ancora come allora, creatori della serie, sono riusciti a tornare più forti che mai, con gli stessi dialoghi fuori dall'ordinario, le stesse battute velenose di Karen, lo stesso stile di sempre, ma senza quel sentore di naftalina che spesso alcune serie che tornano dopo anni si portano immancabilmente addosso. 


Si nota però che forse l'unico personaggio al quale manca quel pizzico di verve di undici anni fa sia Jack, ed era un po' il dubbio che all'inizio di questo ritorno aveva portato Sean Hayes ad essere forse quello più in forse sul ritorno in scena della serie. Ed effettivamente se Will fa sempre il pignolo e perfettino, Grace la confusionaria e disordinatamente sentimentale, mentre Karen è sempre la splendida ingombrante presenza di un tempo, Jack è giustamente cresciuto, si è evoluto e forse abbiamo bisogno di un po' più di tempo per assorbire la cosa. Eric McCormack, Debra Messing, Megan Mullally e Sean Hayes, sono tornati – i primi 5 episodi sono andati in onda e ne restano altri 11, mentre la serie è già stata rinnovata per una decima stagione – e ci sono mancati molto.

Personaggi e doppiatori:

Will Truman (Francesco Pranzo)
Grace Adler (Debra Messing)
Jack McFarland (Nanni Baldini)
Karen Walker (Roberta De Roberto)

Commenti