“Terapia di coppia per amanti” di Alessio Maria Federici


Tratto dall’omonimo libro di Diego De Silva “Terapia di coppia per amanti” per l’interessante regia di Alessio Maria Federici , è una commedia divertente e non banale, (fatto salvo il paradosso di base) dove si sente l’alchimia trovata dalla squadra attoriale composta da Ambra Angiolini, Pietro Sermonti, Sergio Rubini, Franco Branciaroli e senza dimenticare il cameo di Alan Sorrenti, peccato per certe lungaggini e per certi eccessi didascalici. Per chi non ha letto il libro, la storia narra di una coppia di amanti, Viviana e Modesto, che non riesce a trovare il coraggio di mollare i rispettivi matrimoni e di cominciare una nuova vita insieme.Il motivo non è tanto il fallimento conclamato delle loro relazioni, quanto una sorta di blocco psicologico interiore di cui entrambi faticano a rendersene conto, ma che viene ben esplicitato nei rapporti dei protagonisti con genitori, figli e amici. E’ ovviamente la donna a fare il grande passo, ovvero trascinare il restio compagno da un famoso analista televisivo che a sua volta non se la passa bene neanche lui in campo affettivo. 
Commedia divertente dicevamo e a tratti persino spassosa, resa non banale grazie a certi dettagli e sfumature che la regia fa risaltare soprattutto nella prima parte, oltre naturalmente alla bravura degli attori e al loro apparire decisamente a proprio agio e a restituirlo al pubblico. Nota di merito della pellicola poi sono le musiche originali composte da Rodrigo D’Erasmo e la presenza di virtuosi della chitarra elettrica a far da controfigura a Sermonti, in primis Adriano Viterbini. Il film via via purtroppo si sfilaccia, man mano che i nodi vengono al pettine e finisce col perdere ritmo, nonostante “Figli delle stelle” verso l’inevitabile happy end. 

Vi lasciamo come di consueto, con alcune delle frasi del film:

“- Sai che ti dico Viviana?!? Mi hai frantumato la minchia” 

“- Andiamo?
- Dove? 
- A scopare”

“- Il dibattito dopo una trombata è una cattiveria”

“- Io e Modesto non siamo nè sposati nè fidanzati nè conviventi
- Però andiamo al cineforum ogni mercoledì sera”

“Io non capisco come certa gente sia reticente alla verità 
- Ahahahah questa te la sei preparata ma come parli?”

“Non è una minaccia! 
Trova un sinonimo di ricatto
- Ultimatum?”

“E gli esami di diritto privato? 
- 'A papà sto a lettere”

Commenti