Serie tv: i promossi e bocciati di novembre


Il 2017 volge quasi al termine ed anche i network statunitensi cominciano già ad intuire quali possano essere le serie tv rivelazione e le scommesse vinte di questa stagione e di contro invece le cause già perse in partenza. Cominciamo dalle note positive: la Fox aumenta gli episodi di “The Mick”, da 13 a 20, ordina ulteriori sei episodi di “Ghosted”, per un totale di 16, mentre rinnova per una seconda stagione “The Orville” proprio sul finire della prima. La ABC ordina tre episodi in più per “The Mayor” e per “Kevin (Probabily) Saves the World”. La CBS produrrà stagioni complete di “9jkl”, “SWAT”, “Man with a Plan”, “Superior Donuts” ed “Elementary”. La NBC prende una sola decisione questo mese, quella di promuovere al terzo anno “The Good Place”. 


La Netflix rinnova, com'è giusto che sia, il bellissimo “Mindhunter” per la seconda stagione, mentre la Showtime rinnova “Shameless” per la nona stagione e “Smilf” per una seconda. La FXX rinnova “You're the Worst” per una quinta e ultima stagione ed infine la The CW ordina 9 episodi in più per “Dynasty” nonostante gli ascolti decisamente poco brillanti. Passando per un attimo all'Inghilterra bisogna aggiungere che la Sky Uk ha rinnovato “Riviera” per un secondo anno. Per quel che riguarda le note dolenti, cominciamo dalla Hulu che cancella “Difficult People” dopo tre stagioni, la Tv Land boccia “Lopez” dopo la seconda stagione, infine la CMT cancella “Still the King” dopo due stagioni e “Nashville”, salvata due anni fa dalla cestinatura della ABC, il network adesso decide di cancellarla definitivamente e così la sesta stagione dello show sarà l'ultima. Infine la CBS ha deciso di non ordinare ulteriori episodi per “Wisdom of the Crowd”, rendendo praticamente sicura la cancellazione dello show, non solo per gli ascolti non esaltanti, ma anche per le accuse sulle presunte molestie sessuali ai danni del protagonista della serie: Jeremy Piven.

Commenti