Jovanotti, "Le Canzoni" il video

Lorenzo Jovanotti ha pubblicato il nuovo singolo "Le Canzoni" tratto dal nuovo album dal titolo "Oh, Vita!" come il fortunato singolo omonimo. Qui potrete guardare il video:


Regia: Antonio Usbergo & Niccolò Celaia (Younuts!)
Produced by: ART+VIBES
Executive Producer: Max Brun
Producer: Roberta Gigi
Service Production: Double Vision
Line Producer: Andrea Vetralla
Production Manager: Tommaso Spagnoli
Aiuto regia: Matteo Galvani
Coreografie : Alessandra Valenti
Assistente alle coreografie : Eleonora Pacini
Styling Lorenzo: Nicolo’ Cerioni
Styling corpo di ballo: Nicolo’ Cerioni e Luca Sabatelli
Assistenti styling: niccolo’ Vanghetti, Giulia Sabiu
Hair Style: Alessandro Rebecchi @Greenapple
Hair assistents: Ana Julia Rodriguez Laguna & Fabio Leuzzi
Ass. produzione: Davide Orlando benza, Giuditta Mauri
Make Up: Amanda Campana
Ass. Make up : Maddalena Bondì & Carola Fasce
Focus Puller: Roberto Chierici
Steadycam: Stefano Bella
Capo Elettricista: Ivano Francavilla
Crane: Massimo Pozzi
Official backstage: Michele Lugaresi
Aiuto backstage: Alessandro Bella
Sicurezza e assistenza personale artista: Emiliano Segatori
Ballerini principali:
Attila Andrea
Barile Michele
Bazzucchi Francesca
De Carolis Laura
Farano Giada
Fratto Daria
Lanzeroti Michele
Loschiavo Francesco
Marin Nicole
Virgilio Gabriele
Per l’ensemble del corpo di ballo si ringrazia Move On Performing Arts Academy Milano

LE CANZONI - TESTO

SORRIDENDO TI VERRA’ DA PIANGERE A PENSARE A QUANTE VOLTE NEI MOMENTI D’ORO STAVI PENSANDO AD ALTRO IN UN ALTRO LUOGO CON UN ALTRO TEMPO PROPRIO ORA CHE TI STO GUARDANDO DENTRO A QUESTO ANGOLO DI QUESTO MONDO DOVE LE CANZONI SONO SPIRITI COME DA RAGAZZI SIAMO STUPIDI E CI PIACCIONO LE COSE SBAGLIATE CHE POI FORSE SONO QUELLE GIUSTE E NUOTIAMO CONTROCORRENTE E PRENDIAMO DECISIONI ASSURDE MA PIU’ CI RIFLETTI E PIU’ FAI ERRORI E’ L’ISTINTO IL BRACCIO CHE TI TIRA FUORI DALLE SABBIE MOBILI CHE TRASCINANO GIU’ HAI RAGIONE TU LE CANZONI NON DEVONO ESSERE BELLE DEVONO ESSERE STELLE ILLUMINARE LA NOTTE FAR BALLARE LA GENTE OGNUNO COME GLI PARE OGNUNO DOVE GLI PARE OGNUNO COME SI SENTE COME FOSSE PER SEMPRE COME FOSSE PER SEMPRE LA MIA VOCE MI ESCE FUORI DA DENTRO DA UNA ZONA CHE E’ FUORI CONTROLLO GONFIA I POLMONI PASSA DAL COLLO E POI ESCE E NON TORNA PIU’ INDIETRO PENSAVAMO BASTASSE ROMPERE UN VETRO CHE CI DIVIDE DAL RESTO DEL MONDO PER ESSERE LIBERI IN FONDO E’ UNA SUPERFICIE E SULLA SUPERFICIE SI PUO’ LEGGERE IL SENSO PROFONDO NELLA LEGGEREZZA DI UNA CANZONE NEL FLASH CHE BECCA L’ESPRESSIONE SIAMO TUTTI DIVERSI TUTTI DISPERSI SEMPRE SULL’ORLO DI UNA RIVOLUZIONE GUARDARE IL MONDO COME UN’AUTOPSIA UCCIDE LA FANTASIA E PIANGENDO CI VERRA’ DA RIDERE COME I MARINAI DI UNA CANZONE CELEBRE IL MIO MODO OSTINATO DI PROCEDERE VERSO UN MONDO DI PERSONE LIBERE LE CANZONI NON DEVONO ESSERE BELLE DEVONO ESSERE STELLE ILLUMINARE LA NOTTE FAR BALLARE LA GENTE OGNUNO COME GLI PARE OGNUNO DOVE GLI PARE OGNUNO COME SI SENTE COME FOSSE PER SEMPRE COME FOSSE PER SEMPRE L’ANIMA E’ PESANTE DA PORTARE ADDOSSO DA SOLI PRENDINE UN PO’ DELLA MIA DAMMENE UN PO’ DELLA TUA E ABBRACCIAMI FORTE ANCORA PIU’ FORTE COME FOSSE PER SEMPRE COME FOSSE PER SEMPRE COME FOSSE PER SEMPRE LE CANZONI NON DEVONO ESSERE BELLE DEVONO ESSERE STELLE ILLUMINARE LA NOTTE FAR BALLARE LA GENTE OGNUNO COME GLI PARE OGNUNO DOVE GLI PARE OGNUNO COME SI SENTE COME FOSSE PER SEMPRE COME FOSSE PER SEMPRE

Commenti