Sanremo 2018: si completano i duetti della quarta serata


Il regolamento, che sembra all'apparenza un po' piatto, vista anche l'assenza di eliminazioni, di questa 68° edizione del Festival di Sanremo prevede che uno dei 4 ascolti dei brani in gara dei Big, precisamente quello della quarta serata, venga fatto con la presenza di un collega, ogni cantante quindi reinterpreterà il proprio brano riarrangiato o semplicemente accompagnato da un amico, un attore, un collega italiano e non, o chiunque il cantante in gara reputi opportuno. Qualche giorno fa erano arrivati i primi duetti ufficiali, adesso il cerchio si chiude e sono stati resi noti gli ultimi duetti. Facciamo quindi il resoconto finale di tutti i 20 duetti che ravviveranno la penultima serata del Festival, quella del 9 febbraio:


Annalisa con Michele Bravi (“Il mondo prima di te”)
Avitabile e Servillo con Avion Travel e Daby Touré (“Il coraggio di ogni giorno”)
Decibel con Midge Ure (“Lettera dal Duca”)
Diodato e Roy Paci con Ghemon (“Adesso”)
Elio e le Storie Tese con Neri per Caso (“Arrivedorci”)
Ermal Meta e Fabrizio Moro con Simone Cristicchi (“Non mi avete fatto niente”)
Giovanni Caccamo con Arisa (“Eterno”)
Le Vibrazioni con Skin (“Così sbagliato”)
Lo Stato Sociale con Piccolo Coro dell’Antoniano e Paolo Rossi (“Una vita in vacanza”)
Luca Barbarossa con Anna Foglietta (“Passame er sale”)
Mario Biondi con Ana Carolina e Daniel Jobim (“Rivederti”)
Max Gazzè con Rita Marcotulli e Roberto Gatto (“La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”)
Nina Zilli con Sergio Cammariere (“Senza appartenere”)
Noemi con Paola Turci (“Non smettere mai di cercarmi”)
Ornella Vanoni, Bungaro e Pacifico con Alessandro Preziosi (“Imparare ad amarsi”)
Roby Facchinetti e Riccardo Fogli con Giusy Ferreri (“Il segreto del tempo”)
Red Canzian con Marco Masini (“Ognuno ha il suo racconto”)
Renzo Rubino con Serena Rossi (“Custodire”)
Ron con Alice (“Almeno pensami”)
The Kolors con Tullio De Piscopo e Enrico Nigiotti (“Frida (Mai, Mai, Mai)”) 

Commenti