“Fenomenologia di Manuel Agnelli" in libreria il saggio di Cristiana Boido




Fenomenologia di Manuel Agnelli: social e narrazione mitica ai tempi di X-Factor

In principio era il Verbo e il Verbo era Dio, e Dio, almeno per il rock alternativo italiano era Manuel Agnelli degli Afterhours. Nelle varianti: leader degli Afterhours, frontman degli Afterhours, cantante degli Afterhours.
In questo saggio, che uscirà a giorni per i tipi della Dissensi editore, l’autrice, Cristiana Boido, prende spunto dal fenomeno televisivo (il talent show X-Factor) per avviare un’indagine mitologica dal basso.
Come e perché Manuel Agnelli è diventato un mito?
Come nascono i miti contemporanei?
I social media sono macchine mitopoietiche tese alla costante produzione di materiale mitologico?
Seguendo un’analisi puntuale e irriverente – che contempla anche uno scambio diretto dell’autrice presso alcune community social nate attorno alla figura carismatica del cantante – il volume si propone di narrare il viaggio dell’indiscusso leader dell’alternative rock italiano, il viaggio del Giudice cattivo di X-Factor, del principe delle tenebre, dell’eroe, del mito moderno.
“Fenomenologia di Manuel Agnelli: social e narrazione mitica ai tempi di X-Factor” di Cristiana Boido, casa editrice Dissensi (febbraio 2018).

Commenti