Nasce il Portale della Canzone Italiana... di Stato



Nasce il portale della canzone italiana con oltre 200mila brani gratuiti, dal 1900 al 2000, da ascoltare e approfondire con schede. Uno strumento in 8 lingue che ha obiettivi ambiziosi. 

Ad annunciarlo, il Ministro di Beni Culturali e del Turismo Dario Franceschini, che ha presentato nella sede della Stampa Estera, il nuovo portale del Mibact www.canzoneitaliana.it che alla vigilia del Festival di Sanremo - che inizia domani sera in prima visione su Rai Uno - debutta grazie al lavoro dell'Istituto centrale per i Beni Sonori e audiovisivi (ex Discoteca di Stato), in collaborazione con il portale Spotify. 
Diviso in quattro grandi aree (1900-1950, 1950-2000, tradizioni popolari e contributi speciali), arricchito anche da diverse playlist, il portale  della canzone italiana sarà aggiornato da 5mila canzoni al mese ampliando anche la parte documentaria. Insomma, una sorta di "archivio musicale" di Stato.

Commenti