Targhe Tenco 2018: ecco i nomi per categoria


Sono stati resi noti i finalisti delle Targhe Tenco 2018, che dal 1984 premiano i migliori dischi italiani di canzone d’autore usciti nell'ultimo anno. Una giuria composta da giornalisti musicali ed esperti di musica, che vota sulla base di quanto ascoltato durante l’anno, ha decretato i finalisti delle sei sezioni.
Le Targhe verranno consegnate durante l’edizione della Rassegna della Canzone d’autore (Premio Tenco 2018), in programma al Teatro Ariston di Sanremo dal 18 al 20 ottobre.

Questi i nomi dei finalisti per categoria:

DISCO IN ASSOLUTO: Filippo Andreani (Il secondo tempo); Alessio Bonomo (La musica non esiste); Mauro Ermanno Giovanardi (La mia generazione); Ermal Meta (Non abbiamo armi); Mirkoeilcane (Secondo me); Motta (Vivere o morire); The Zen Circus (Il fuoco in una stanza).
ALBUM IN DIALETTO: Francesca Incudine (Tarakè); La Maschera (ParcoSofia); Peppe Lanzetta (Non canto, non vedo, non sento); Elena Ledda (Làntias); Otello Profazio (La storia).
OPERA PRIMA: Giuseppe Anastasi (Canzoni ravvicinate del vecchio tipo); Francesco Anselmo (Il gioco della sorte); Dunk (Dunk); Andrea Poggio (Controluce); Paola Rossato (Facile).
INTERPRETE DI CANZONI: Fabio Cinti (La voce del padrone - un adattamento gentile); Patrizia Cirulli (Sanremo d'Autore); Corsi / Alloisio (Luigi); Grazia Di Michele (Folli Voli); Marco Rovelli (Bella una serpe con le spoglie d'oro).
CANZONE SINGOLA: Ginevra Di Marco (Ninna nanna in fondo al mare); Alessio Lega (Ambaradan); Mirkoeilcane (Stiamo tutti bene); Motta (Mi parli di te); Motta (Vivere o morire); The Zen Circus (Catene); The Zen Circus (Il fuoco in una stanza); Agnese Valle / Pino Marino (Come la punta del mio dito).
ALBUM COLLETTIVO A PROGETTO: Ama chi ti ama; Cantautori per Amatrice; Ko computer; La bellezza riunita; Voci per la Libertà “Una canzone per Amnesty”.

Commenti