Premio Bindi 2018: vince Lisbona


Si è chiusa la XIV edizione del Premio Bindi, che ha visto la vittoria del cantautore torinese Lisbona, ovvero Luca Fratto. 
La serata di premiazione, condotta da Massimo Cotto, ha visto seduti al tavolo della giuria importanti nomi del giornalismo musicale e noti musicisti: Ernesto Assante (Repubblica); Roberta Balzotti (Rai); Armando Corsi (musicista); Massimo Cotto (Virgin Radio); Gaetano d’Aponte (Premio Bianca d’Aponte); Enrico de Angelis (storico della canzone); Daniela Esposito (ufficio stampa); Guido Festinese (Manifesto); Riccardo Loda (Warner Chappell); Elisabetta Malantrucco (Rai); Christian Marras (produttore); Lucia Marchiò (Repubblica Genova); Mirco Menna (musicista); Francesco Paracchini (L’isola che non c’era); Andrea Podestà (saggista e segretario di giuria); Massimo Poggini (spettakolo.it); Ezio Poli (L’isola ritrovata); Massimo Schiavon (Queste piazze davanti al mare).
Sul palco si sono esibiti Massimiliano D’Alessandro, Federico D’Annunzio, Jack Jaselli, Elasi, Lisbona, Roberta Gaetano, Braschi e Paolo Antonio. Durante l’attesa del verdetto, sul palco Armando Corsi ha presentato alcuni brani tratti dall’album "Luigi" dedicato a Tenco e realizzato con Roberta Alloisio, compianta voce ligure e prodotto dalla OrangeHomeRecords di Raffaele Abbate. Oltre al vincitore Lisbona, che ha eseguito il suo brano “La serie da solo” e che ha scelto “Costruire” di Niccolò Fabi come cover, sono stati assegnati i premi per il miglior arrangiamento e la miglior canzone a Elasi; Jack Jaselli è stato premiato come miglior autore e Braschi ha ottenuto il riconoscimento come “finalista”. Il premio è stato consegnato a Lisbona dal Sindaco di Santa Margherita Ligure e dal direttore artistico Zibba
La terza serata invece, ha visto l'esibizione di Ron e del duo Coma_Cose.


Commenti