Seal Team (CBS/Rai Due)



“Il problema è che non ci sei anche quando ci sei!”

Niente di nuovo all'orizzonte: stiamo pur sempre parlando della CBS e di Rai Due che ha acquisito i diritti per mandarlo in onda, in seconda serata, d'estate, con tre episodi che iniziano alle undici di sera per protarsi fino a quasi le due di notte... insomma, a conti fatti, sembra che nessuno creda fino in fondo a “Seal Team”, serie che comunque è stata rinnovata per la seconda stagione dalla CBS malgrado gli ascolti altalenanti. Ci troviamo di fronte ad un classico procedurale, che in questo caso ci porta all'interno in un gruppo di Seal, uomini addestrati per fare delle ricognizioni in luoghi di guerra per salvare ostaggi o prelevare e, nei casi peggiori, uccidere, minacce straniere, il tutto ovviamente contorniato dai più classici problemi familiari che ognuno di loro lascia a casa ogni volta che parte e che soprattutto porta dietro con se anche quando torna e perennemente in ogni istante della propria vita. 


La storia è sempre quella, i personaggi sono sempre gli stessi, ma cambiano i volti e stavolta bisognava pur dare una chance a “Seal Team”, anche solo perché il protagonista è un certo David Boreanaz che conosciamo da sempre, serialmente parlando, prima in “Buffy”, poi in “Angel” ed infine in “Bones”. Qui Boreanaz è Jason Hayes, un uomo dal carattere burbero, che ne ha passate e superate parecchie di prove all'interno dei Navy Seal, ma che si trova adesso a dover affrontare un ricordo che lo annienta e non lo lascia in pace: la morte del suo migliore amico, Nate (Daniel Gillies) – che noi conosciamo attraverso continui flash-back – durante una missione. L'arrivo del nuovo cadetto Clay Spencer (Max Thieriot), porterà scompiglio, perché da un lato Jason rivedrà nell'irruenza del ragazzo un po' se stesso da giovane, ma ben presto si accorgerà di non soppore il fatto di affezionarsi a lui, probabilmente perché preoccupato di dover badare ad un'altra vita e cercare di non perdere anche questa. All'interno della squadra ci sono anche: Mandy (Jessica Parè), Ray (Neil Brown Jr.) e Sonny (Toni Trucks). 


Jason intanto, oltre ad essere stato costretto, ovviamente controvoglia, ad andare da una psicologa per la sua non accettazione della morte di Nate, dovrà affrontare grossi problemi all'interno del suo matrimonio con Alana (Michaela McManus). Insomma, tutto vecchio, tutto già visto, cambiano location, squadre d'assalto, nomi dei personaggi, ma rimane praticamente tutto invariato all'interno di una trama prevedibile e banale. Salviamo soltanto il cast che avrebbe meritato collocazione all'interno di una serie migliore. Come abbiamo già detto “Seal Team”, ideato da Benjamin Cavell, è stato salvato dalla CBS e la seconda stagione andrà in onda dal 3 ottobre 2018, mentre in Italia i 22 episodi della prima andranno in onda ogni mercoledì in seconda serata per tutta l'estate su Rai due.

Personaggi e doppiatori:

Jason Hayes (Alessio Cigliano)
Clay Spencer (Alessandro Ward)
Mandy Ellis (Eleonora Reti)

Commenti