Serie Tv rinnovate e cancellate di giugno 2018



Il mese di giugno è sempre il mese in cui si tirano le somme definitive della stagione ormai chiusa e si prendono le ultime decisioni in merito alle serie ancora in bilico. E proprio in questi 30 giorni la FX ha deciso di rinnovare: “Legion” e “Atlanta” entrambe per una terza stagione; Tv Land ha rinnovato “Younger” per la sesta; la Starz promuove “Vida” per la seconda; la HBO da una seconda chance a “Succession” dopo appena due episodi di messa in onda; “Tredici” della Netflix raggiunge la terza stagione, così come “Dear White People”. Sempre lo stesso canale on demand ha deciso di salvare “Lucifer” dalla cancellazione della Fox avvenuta a maggio durante gli upfront e quindi di produrre la stagione numero quattro della serie. Seconde stagioni anche per: “Skam” (Tim Vision), “Absentia” (AXN), “Bulletproof” (Sky One) e “The Terror” (AMC), la cui prossima stagione sarà ambientata durante la Seconda Guerra Mondiale. Infine, la Amazon, rinnova “The Man in the High Castle” per una quarta stagione, solo ad ottobre sarà trasmessa la terza, mentre la seconda risale a dicembre 2016. 


Passiamo alle bocciature di giugno: Bravo cancella “Imposters” dopo due stagioni; Freeform cancella “Shadowhunters” dopo tre; la TBS ha deciso di non portare avanti le avventure di “People of Earth”, chiudendola dopo due stagioni, nonostante avesse già annunciato mesi fa l'ordine per una terza; la SyFy cancella “Superstition” dopo una stagione. Si fermano tutte a quota due stagioni: “Timeless” della NBC - anche se le avventure della serie potrebbero trovare un finale in un film di due ore - “Nobodies” della Tv Land, “Six” di “History” e “Famous in Love” della Freeform. Dopo settimane di tentennamenti la Fox decide di chiudere “Ghosted” dopo una sola stagione, mentre la NBC dopo notizie continuamente contrastanti ha deciso di cancellare “Champions” dopo una sola stagione, dopo che ne aveva annunciato il rinnovo durante gli upfront di maggio.

Commenti