Indie Pride il 27 ottobre al Tpo di Bologna

INDIE PRIDE

Il 27 ottobre al Tpo di Bologna
l'evento musicale che unisce musicisti e operatori musicali
per dire NO a:
omofobia, sessismo e bullismo!
Indie Pride, l'evento che unisce musicisti e operatori musicali indipendenti contro omofobia, sessismo e bullismo ritorna con la sua settima edizione.
Sette anni trascorsi da quella prima edizione nata nel 2012 a Bologna in occasione del Pride Nazionale; sette anni trascorsi velocemente con alcuni miglioramenti ma ulteriori e maggiori peggioramenti: esternazioni da parte dei politici tanto vili quanto cruente, insulti e offese a musiciste prese di mira solo perché donne (recente il caso di CRLN all'IndieGeno Fest) ed un clima crescente di preoccupante odio verso qualsiasi persona e/o minoranza che esca da un'ipocrita quanto presunta normalità.
L'Associazione Indie Pride, sempre affincata dal Teatro Polivalente Occupato di Bologna (Tpo), ritorna quest'anno a gran voce sabato 27 ottobre grazie ad un percorso condiviso con molti musicisti e addetti ai lavori parte integrante dell'associazione. Un percorso che ha il suo start con la Carta d'Intenti, un documento per un reale impegno sui temi di Indie Pride, che già nel 2017 è stato sottoscritto da molti musicisti e operatori e che quest'anno sta ampliando il suo bacino di sostenitori.

Il 27 ottobre sarà l'arrivo ma anche la partenza di un percorso iniziato l'anno scorso con molti appuntamenti già realizzati e altri che si svolgeranno. Indie Pride sarà infatti presente il 13 e 14 settembre al KeepOn Live Festival di Roma per presentare un Questionario pensato e creato per i Live Club; il 15 e 16 settembre invece sarà a Tutto Molto Bello di Bologna (torneo di calcetto tra etichette indipendenti) con una squadra ma anche con una tavola rotonda per confrontarsi sulla carta d'intenti e trovare un percorso condiviso sulle tematiche dell'associazione; ad ottobre al Reset Festival di Torino.

Commenti