20 anni di Will & Grace


Mentre tra una settimana esatta partirà negli States la decima stagione – l'undicesima è già stata ordinata mesi fa – esattamente oggi “Will & Grace” compie 20 anni. Era il 21 settembre 1998 quando per la prima volta compaiono sugli schermi della NBC: Will (Eric McCormack), Grace (Debra Messing), Jack (Sean Hayes) e Karen (Megan Mullally), quattro amici di New York che in brevissimo tempo fanno il giro del mondo, diventando una delle serie televisive più amate (e copiate) della storia della serialità statunitense. Finora sono stati mandati in onda 210 episodi ai quali andranno aggiunti, salvo cambiamenti in corsa, gli altri 16 previsti nella stagione numero 10. Il successo della nona, arrivata ad undici anni dall fine dell'ottava è stato tale che ha spinto la NBC a chiedere subito il rinnovo per altre due stagioni della serie. Gli ideatori David Kohan e Max Mutchnick uniscono una comicità sempre pungente e ancora oggi attualissima ad una situazione inconsueta, almeno per il 1998, un gay ed una donna eterosessuale insieme sotto lo stesso tetto a condividere praticamente tutto e ad essere continuamente sbeffeggiati da altri due irriverenti amici che non le mandano di certo a dire, costruendo un quartetto irresistibile, nonostante Karen, grazie soprattutto all'interpretazione della Mullally sia quella che è rimasta più di tutti nei cuori dei fans. Ma tutti e 4 sono amatissimi ed ancora oggi, nei nuovi episodi non hanno assolutamente perso lo smalto dell'epoca, nonostante un'età non più giovanissima degli attori sopra citati. 


La serie parte da Will, avvocato di successo, dichiaratamente omosessuale che vive in un bellissimo appartamento, dove un giorno si trasferirà in pianta stabile (anche se all'inizio sarebbero dovuti essere pochi giorni) l'amica, ed anche ex fidanzata, Grace, e da quel momento, nonostante ci abbia anche provato parecchie volte, non si schioderà più da lì. Grace è una arredatrice d'interni e ha come segretaria, se così si può definire, visto che non fa nulla tutto il giorno, Karen, ricchissima moglie di Stanley Walker (che non vedremo mai), sta tutto il giorno a trangugiare pillole e a tracannare alcolici. Qui si inserisce l'amico di vecchia data di Will, l'egocentrico Jack, accanito disoccupato alla perenne ricerca di una fama che non arriva: resta nella storia il suo spettacolo teatrale (fiasco assoluto) dal titolo: “Solo Jack”. A loro si aggiunge una sfilza di altri personaggi e guest star: la cameriera burbera di Karen, Rosario (Shelley Morrison); Beverly Lesli (Leslie Jordan), rivale di Karen; Bobbie (Debbie Reynolds), stravagante madre di Grace; Leo Markus (Harry Connick), marito di Grace perennemente in viaggio; Vince D'Angelo (Bobby Cannavale), fidanzato di Will che lui definirà per sempre “l'amore della mia vita”, nonostante si lascino dopo qualche anno, ed infine Elliott (Michael Angarano), figlio di Jack. Tra le risate continue in un movimentato evolversi di situazioni che vanno dall'imbarazzante alla pazzia più totale, di tanto in tanto la serie si prende qualche momento anche per far riflettere. Come dicevamo però la serie ospita anche nel corso degli anni tantissime guest star: da Jeremy Piven a Patrick Dempsey, da Cher a Ellen DeGeneres, passando per Matt Damon, Michael Douglas, Glenn Close, Kevin Bacon, Elton John, Demi Moore, Madonna, Jennifer Lopez, Janet Jackson, Sharon Stone, Alec Baldwin e tantissimi altri, fino alla prossima, quando arriverà in scena Matthew Bomer. Negli anni “Will & Grace” ha anche collezionato un'inifinità di nomination e premi importanti tra i quali da ricordare ben 29 Emmy su 84 nomination, tanti GLAAD Media Awards, ma nessun Golden Globe, nonostante le 29 nomination. La serie è arrivata in pochissimi mesi, tra il 1998 e il 1999 in tutto il mondo: in Cina, Giappone, America Latina, Germania, Nuova Zelanda, Spagna, Romania, Slovenia, Svezia, Serbia ed ovviamente anche qui da noi, in chiaro, su Italia 1 e Canale 5. “Will & Grace” rimane ancora oggi una delle comedy più seguite al mondo, un cult, un'icona che ha anche fatto moda e creato un nuovo filone nella serialità mondiale. Auguri a “Will & Grace”.

Commenti