Cesare Cremonini "Resoconto Live" - Acireale 08/12/2018



Cesare Cremonini dimostra con questo ennesimo tour di essere non solo un valido cantautore, i cui album e singoli sono costantemente, da 20 anni, tra i più venduti in Italia, ma anche un vero e proprio showman: lui canta sì, ma balla anche e soprattutto si dà al pubblico - in una Acireale per l'occasione sold-out - come un vero e proprio... "comico". E' divertente, fa ridere parlando anche dei suoi aneddoti più intimi, raccontando di quella volta che una sua ex ha sposato il suo migliore amico: “io non mi sposerò mai!” o di quando l'unica donna della sua band, la corista: “me la sono lavorata per mesi e poi... ha sposato lui!”, indicando il chitarrista al suo fianco, Andrea Morelli. 
Ma c'è anche spazio per il ricordo alle vittime che la sera prima si erano recati al dj set di Sfera Ebbasta nell'Anconetano ed anche per gli auguri al compagno di una vita, il bassista Nicola “Ballo” Balestri, da pochi giorni diventato papà: “sono stati giorni bellissimi, perché oltre ad aver fatto tanti concerti meravigliosi con un pubblico bellissimo, aver girato l'Italia ed aver visto tantissimo cuore e tantissimi sorrisi intorno a questi concerti, ci sono successe anche delle cose qua, sul palco e nel backstage e la più bella di tutte, quella che ha riempito il cuore di tutti i tecnici, non solo mia o dei miei musicisti, ma anche delle persone che hanno creato e progettato questo tour, è il fatto che è nata una bambina di nome Camilla, una piccola meravigliosa stella, figlia del mio grandissimo amico Ballo”. 


Ci ricorda poi di quando a 15 anni scriveva una delle sue prime canzoni, che poi divvenne “Vorrei” ed insieme a questa ci fa ascoltare un percorso, ormai divenuto a tutti gli effetti parte della storia della musica italiana da 20 anni. Era infatti il 1999 quando Cremonini calcava per le prime volte i grandi palchi italiani con gli allora Lunapop, progetto poi naufragato, al quale però seguirono tantissimi altri successi da solista: “Quando uscì Bagus (suo primo album da solista) se dicevi che eri fan di Cremonini ti prendevano tutti per il culo, tutti pensavano che non sarei andato da nessuna parte, ma adesso sono ancora qua a riempire palazetti, grazie a voi!” e facendoci ascoltare “Momento silenzioso”, pianoforte e voce, una canzone che in pochi ricordano, proprio per ringraziare quel pubblico che lo segue fin dall'inizio “che non ha mai mollato, malgrado quelli che gli dicevano che ascoltare la mia musica fosse da idioti”. Nel percorso musicale che ci fa compiere ci chiedere di posare i cellulari e semplicemente ballare e cantare sulle note di “50 Special”, perché: “quando abbiamo cominciato non c'erano tutti questi telefonini” e poi continua con “PadreMadre”, “Marmellata #25”, “Le sei e ventisei”, “Il pagliaccio”, “Dev'essere così”, “Mondo”, “Vieni a vedere perché”, “Latin Lover”, “Il comico”, “Logico #1”, “Una come te”, e molte altre, intervallate dai successi più recenti: “Buon viaggio”, “Possibili scenari”, che da il titolo al suo ultimo album ed al tour, “Poetica”, “Nessuno vuole essere Robin”, “Al tuo matrimonio” e “Kashmir-Kashmir”, il tutto in compagnia dei già ricordati Andrea Morelli e Nicola Balestri, e poi Alessandro De Crescenzo alla chitarra acustica, alle tastiere Bruno Zucchetti e Michele Guidi, alla batteria Andrea Fontana, alla tromba Andrea Giuffredi, al sax Gabriele Bolognesi, al trombone Massimo Zanotti, ai cori Annastella Camporeale e Gianluigi Fazio. Questo lungo tour, quasi completamente sold-out, si chiuderà a Roma, l'11 e il 12 dicembre, ed infine toccherà Milano il 16.

Commenti