"Note D'Autore" vince Rossana De Pace


  
ROSSANA DE PACE
È LA VINCITRICE
DELLA SESTA EDIZIONE DEL PREMIO
“NOTE D’AUTORE”

Si è tenuta domenica 2 dicembre, presso il Garage Moulinski di Milano, la finale della sesta edizione del premio NOTE D’AUTORE, che ha visto trionfare la cantautrice ROSSANA DE PACE.

Il concorso, organizzato da Palbertmusic, è dedicato alla musica d'autore emergente senza distinzioni di genere, al fine di valorizzare e premiare gli artisti più creativi e originali, nonché la musica e i testi più interessanti, ponendo particolare attenzione anche alle più recenti tendenze musicali.

ROSSANA DE PACE ha convinto la giuria (composta da Riccardo VitanzaRenato CarusoDanila SatragnoEmi lo Zio e Raffaella Riva) grazie alla sua particolare voce e alla coinvolgente interpretazione dei suoi brani, “Davvero bene” e “Per te”, proposti live con la determinazione e l’entusiasmo dei suoi 22 anni.

Rossana De Pace nasce nel 1996 a Mottola (Taranto). A 15 anni scrive la sua prima canzone e da allora la scrittura diventa indispensabile per lei. Dal 2012 ad oggi, colleziona vittorie in numerosi premi e concorsi. Il 2017 è un anno chiave per la sua carriera: si esibisce alla Biennale di Tirana in Albania con un progetto folk sperimentale, frequenta il CET di Mogol come autrice individuale e partecipa come cantante e chitarrista al tour di promozione di "Credo nei racconti", il disco di Camillo Pace. A luglio 2018 si laurea in canto pop al Conservatorio di Pescara e, successivamente, si trasferisce a Torino per dedicare tutte le sue energie al suo progetto musicale, che sta promuovendo in tutta Italia.

Per NOTE D’AUTORE 2018 è stato inoltre assegnato il premio “Voto del Pubblico” a CASSY FRIDA, mentre il cantautore, musicista e scrittore LORENZO CITTADINI si è aggiudicato sia il “Premio Miglior Brano, con “Non ti fidare di me”, sia il Premio Parole & Dintorni”.  

Gli otto artisti che hanno preso parte alla finale, dopo essersi esibiti nelle cinque serate eliminatorie e nelle due semifinali, sono: Lorenzo Cittadini, Rossana De Pace, Giuseppe d’Amati, Eva Favarò, Marie Giambruno, Giordano Bruno, Duedì e Cassy Frida.

Commenti