SEMrush

Giulia Mei "E fattela 'na risata!" Il video


E fattela 'na risata!
Online il primo singolo del disco di Giulia Mei contro i "leoni da tastiera"


  
CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEOCLIP


E fattela 'na risata! è il primo singolo estratto dall'album d’esordio di Giulia Mei “Diventeremo adulti”, in uscita il 28 marzo 2019 con la produzione del cantautore Edoardo De Angelis. 
Un motivetto canzonatorio, ironico e squisitamente pop che parla di come, nell'era della malvagità da social network, siamo talmente impegnati a gettare fango da dietro una tastiera, che non riusciamo più a prendere le cose con leggerezza, e farci una bella risata; ci venderemmo “le gioie più rare” pur di criticare qualcosa o qualcuno, purché questo qualcuno non corrisponda a noi stessi.  
La musica e il testo sono firmati da Giulia Mei, che suona anche il piano elettrico ed è compositrice degli arrangiamenti insieme a Primiano Di Biase. Ad arricchire il brano anche le chitarre di Fabrizio Guarino e le percussioni di Simone Talone. Un brano fresco, leggero ma anche molto riflessivo e attuale. 
Nel videoclip di E fattela 'na risata!, un uomo, interpretato dal noto attore Fabrizio Romano (“Baaria”, “Squadra antimafia”, “Anche se è amore non si vede”, “Una mamma imperfetta”, e molti altri) torna a casa dopo una giornata di lavoro e si getta a capofitto sul suo computer, impaziente di scorrere le home dei vari social network, per trovare contenuti contro cui inveire. Scorrendo, si imbatte in continuazione nel volto di Giulia, prima nei panni di una modella durante uno shooting fotografico, poi nei panni di una trapper nel set di un videoclip, e infine nella vera Giulia Mei, in diretta streaming durante un suo live. Ma proprio mentre l'irrefrenabile hater sta scatenando la sua ira di “leone da tastiera” contro quello che accade al concerto di Giulia, si accorge che improvvisamente lei smette di suonare, viene verso la videocamera e… quello che succede alla fine del video è tutto da scoprire.

Roma, 29 gennaio 2019
  

CREDIT
E fattela 'na risata!

Testo e musica: Giulia Mei
Arrangiamenti: Giulia Mei e Primiano Di Biase
Registrazione, mix e mastering: Fabio Ferri (Millenium Audio Recording)
Etichetta: Il cantautore necessario
Edizioni: Musica del Sud
Distribuzione: Discoteca Laziale

Piano elettrico: Giulia Mei
Batteria e percussioni: Simone Talone
Chitarre: Fabrizio Guarino
Tastiere: Primiano Di Biase

Regia: Michele Ambrose
Aiuto regia: Alessandro Leone
Direttore della fotografia, operatore, colorist: Nyem Coglitore 
Camera assist, focus puller: Ludovico Puglisi 
Montaggio e post produzione: Davide Florio 
Fotografa di backstage: Alessia Campolo

Attore protagonista: Fabrizio Romano
Make-up artist e hair styling: Marialuisa Daidone

Una produzione UNICORN STUDIO

Si ringraziano: Vittorio Di Matteo, Ferdinando Piccoli, Giorgio Di Maio, Massimo Provenzano (i musicisti della band) e tutti gli altri che hanno gentilmente acconsentito a comparire nel video.

Un ringraziamento speciale al Teatro Mediterraneo Occupato (Palermo) e a Vittorio Di Matteo.



TESTO
E fattela 'na risata

E fattela ‘na risata
e giocaci con la vita
che quella è una disgraziata
è una pazza, è una bandita,
fa finta che non ne sa niente,
fa tutta l’indifferente
e poi appena ti volti un momento
senti arrivare un dolcissimo vento.

Il vento della bellezza
il vento dei grandi amori
il vento delle emozioni
e fattela 'na risata e non ci rompere i co..
la la la la la…

E fattela 'sta risata!
Invece di stare a guardare
sempre e comunque la gobba degli altri 
perché non provi a migliorarti?
Perché non impari ad essere un uomo
a chiedere tu ogni tanto perdono
a cercarti nel cuore un sentimento
ad ascoltare la voce del vento?

Il vento della bellezza
il vento dei grandi amori
il vento delle emozioni
e fattela 'na risata e non ci rompere i co..
la la la la la…

ti giuro, una cosa che non puoi capire
ma non si vergogna che c’ha quarant’anni
due gatti, una figlia e si e no quattro lire?
Hai visto che razza di foto inguardabili
ha avuto il coraggio di farsi Maria?
Ma con quelle cosce che ti ritrovi
potevi evitartele, figlia mia!
Il gruppo di ieri faceva sul serio?
Pareva 'na banda di cani rabbiosi
veniva da ridere solo a guardarli
gli inediti poi? Veramente penosi!
Francesca ha deciso di fare l’attrice
ed è un anno che studia per fare l’esame
io sono convinta al duemila per mille
che questa finisce per fare la fame>>.

E quando fai troppo sei esagerato
quando fai poco sei superficiale
se non ti evolvi sei un antiquato
e quando ti evolvi hai fatto male,
vi vendereste le gioie più rare
per il piacere di criticare
invece di starvene zitti un momento
ad ascoltare le storie del vento.

ll vento della bellezza
il vento dei grandi amori
il vento delle emozioni
e fattela 'na risata e non ci rompere i co..
fattela 'na risata e non ci rompere i co..
fattela 'sta risata senza chiedere ragioni.
  

GIULIA MEI
Biografia 
Giulia Mei si lega fin da piccola alla musica. All’età di nove anni inizia a studiare canto e pianoforte classico al Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo. Nel frattempo comincia a scrivere le prime canzoni e ad esibirsi in diverse occasioni, e nel novembre 2014 debutta all’ Auditorium Rai di Palermo con un suo spettacolo. Nel 2015 Giulia vince diversi premi locali in Sicilia e in ottobre, la sua canzone “La Barca” vince il primo premio Mia Martini Nuove Proposte per l’Europa, nonché il premio della critica Bigazzi. Il 6 febbraio del 2016, Giulia presenta il suo primo ep “Pianopiano”; a partire da questo momento prende vita il “Pianopiano Tour”, che porta la cantautrice in giro per la Sicilia e il Sud Italia. Nel marzo del 2016, Giulia viene selezionata tra i 16 finalisti di Musicultura, dopo essersi aggiudicata il “Premio del pubblico” durante le audizioni live a Macerata e nell'ottobre dello stesso anno, partecipa alla famosa rassegna  “Il Tenco Ascolta”. Nel 2017 Giulia, oltre ad accedere per la seconda volta alle fasi finali di Musicultura, vince il Premio Alberto Cesa e prende parte al Premio dei Premi a Faenza, indetto dal Meeting Degli Indipendenti.
Nel 2018, Giulia è nuovamente finalista di Musicultura nonché del Premio De André. Nel luglio dello stesso anno si aggiudica il Premio Lauzi per la miglior musica e il Premio Cora per la miglior interpretazione. In agosto, apre il concerto di Roberto Vecchioni a Troina, Sicilia.
Il 28 marzo 2019 uscirà il suo primo album, Diventeremo adulti, prodotto a Roma con la direzione artistica del cantautore Edoardo De Angelis. 
Tante le influenze: da De André a Vecchioni, da Gaber a Cohen, con l’intento di fondere la tradizionale canzone d’autore con sonorità caratterizzate da elementi pop.

Commenti