Festival di Sanremo 2019, terza conferenza stampa



Si apre con l'assessore al turismo di Sanremo, Marco Sarlo, la terza conferenza stampa del Festival di Sanremo 2019 che si dice felice di dare una bella immagine alla città. La direttrice di Rai 1, Teresa De Santis, prende parola e annuncia: E’ stato il festival che sognavo dal punto di vista musicale. Claudio ha fatto un lavoro straordinario, coraggiosissimo nell'ambito musicale: ha preso etichette indipendenti, ha preso grandi artisti e ha creato un suo percorso anche emotivo”. 
Tocca a Fasulo parlare di dati auditel: “Abbiamo fatto un Festival che in passato forse sarebbe stato deriso. Nel totale abbiamo avuto uno share del 49,5%. Picco alle 21.46 con 15.662 milioni per Andrea e Matteo Bocelli, picco share 54% alle 23.30 con Baglioni e Giorgia. Primafestival 30%, Dopofestival 36%. Su Rai Play oltre 560mila media views”. Nessuno dice però che in valori assoluti è il peggior risultato auditel dal lontano 2008. 
Tocca a Baglioni: “Siamo soddisfatti, l’avvio di qualsiasi impresa ha bisogno di rodaggio. Siamo contenti di aver fatto ascoltare le 24 canzoni con la maggior qualità possibile ed il nostro stare un passo indietro. L’obiettivo del popolar-nazionale mi sembra per ora raggiunto, c’è la sensazione che nell’insieme il progetto abbia avuto un buon battesimo. Prometto che la serata di oggi durerà qualcosa meno, avremo 12 canzoni e questo lascerà più spazio alla parte di intrattenimento e di racconto. Gli ospiti che avremo sono Fiorella Mannoia, Michelle Hunziker, Marco Mengoni, Laura Chiatti e Michele Riondino, Pippo Baudo, Pio e Amedeo, Riccardo Cocciante e ci sarà un premio alla carriera per Pino Daniele”. 
Virginia Raffaele dopo le critiche, ci tiene giustamente a precisare: “Non sono una conduttrice, spero di prenderci la mano. Siamo al servizio del Festival e da stasera avremo modo di fare un po’ più di varietà”. Poi Bisio: “Ci parleremo tra di noi e con gli autori perché secondo me meno cose scritte meglio sono per me e Virginia. Ho condotto altre cose ma non c’entrano niente col Festival. Ho fatto errori e anche gaffe, ma non avevo nemmeno cenato, ero molto teso”. Baglioni precisa: “Nella prima serata avevamo 24 canzoni e tutto l’aspetto di intrattenimento è stato messo in secondo piano. Il momento di attesa per Patty Pravo e Briga? Il pianista aveva un bisogno improvviso. C’erano altri pronti a sostituirlo ma era meglio di no. Capite da cosa può essere fermato un Festival? Dalla pipì di un pianista! Apprezzo le piccole autocritiche fatte da Bisio e Raffaele ma io sono assolutamente soddisfatto. Non mi sembra che l’anno scorso non ci siano stati problemi”. 
Fasulo comunica chi scenderà in campo stasera, ma non in ordine di scaletta: Achille Lauro, Arisa, Loreda Bertè, Federica Carta con Shade, Ex-Otago, Einar, Ghemon, Il Volo, Nek, Negrita, Daniele Silvestri e Paola Turci.

Commenti