SEMrush

FAT FAT FAT - dal 2 al 4 agosto a Corridonia e Morrovalle - I primi nomi della quarta edizione


I primi nomi annunciati della quarta edizione del festival maceratese
che si consolida come una delle realtà di riferimento
per la musica black e l’elettronica 

FAT FAT FAT FESTIVAL
dal 2 al 4 agosto
Corridonia / Morrovalle 
ABSTRACT | ANTAL | CARISTA | DÂM-FUNK dj | FAT FAT FAT SOUNDSYSTEM |FLO REAL | FRANCIS INFERNO ORCHESTRA (4h set)| KHALAB live | LAKUTI (4h set) |
MOTOR CITY DRUM ENSEMBLE b2b MR SCRUFF (4h set) | MOVE D b2b OPTIMO  



Prevendite disponibili su
 MAILTICKET

FAT FAT FAT Festival svela la prima tranche di artisti che animeranno le suggestive località marchigiane di Corridonia e Morrovalle, dal 2 al 4 agosto. I primi nomi annunciati di questa quarta edizione confermano FAT FAT FAT come una delle realtà di punta per il mondo della club culture, italiana e internazionale, e i suoi abitanti, con una programmazione artistica che dimostra una curatela ricercata e la volontà di dare spazio alle sonorità contemporanee più sofisticate e visionarie. 
La quarta edizione mantiene il claim “YOU CAN’T DOWNLOAD EXPERIENCE”, frase che sintetizza l’anima e gli obiettivi della rassegna: dare vita ad un’esperienza sensoriale, a 360 gradi: dalla musica, fruita dal vivo, all’estetica del territorio che la ospita, alla gastronomia, rigorosamente locale, che introduce spontaneamente il pubblico alla tradizione marchigiana, creando un ponte in grado di valorizzare la storia e l’identità delle Marche. Un viaggio permeato di cultura: musicale, culinaria, popolare.
La proposta musicale di FAT FAT FAT attraversa l'intero spettro della Black Music, dalle sue radici più profonde fino alle ultime evoluzioni. Il cardine della selezione artistica è la club culture nata dai movimenti musicali della Techno di Detroit e della House di Chicago.
Tra gli artisti più attesi di questa edizione il "one man band" set di MOTOR CITY DRUM ENSEMBLE, il pioniere della House tedesca. L'artista, conteso negli ultimi anni dai festival e club più famosi al mondo e riconosciuto come una delle figure più talentuose della scena fa il suo ritorno a FAT FAT FAT dopo due anni.
E ancora, l'energia e la solarità di DAM FUNK, il guru americano del Modern Funk fondatore della serata losangelina "Funkmosphere" che da dieci anni rimane uno degli eventi settimanali più popolari della città e il virtuosismo di Andy Carthy aka MR SCRUFF, conosciuto per la sua capacità di destreggiarsi tra soul, funk, hip hop, jazz, reggae, house e funk e per la sua musica che rispecchia esattamente questa maestria nell'attingere da tutti i bacini musicali possibili. 
Dalla Germania anche il set "spaziale" di MOVE D, producer fuori da ogni schema che con la sua musica propone una continua esplorazione con l'obiettivo di superare i limiti dell'elettronica. Da Glasgow il duo OPTIMO, fondatori dell'omonima serata diventata celebre ed esportata in tutto il mondo.
Altro fiore all'occhiello di questo primo round di annunci è la leggendaria dj e producer sudafricana LAKUTI, personaggio passato alla storia per avere importato negli anni '90 nella Johannesburg dell'apartheid la techno e la house degli States per poi diventare una figura di riferimento all'interno del mondo clubbing londinese.
In arrivo da Melbourne la house futuristica di FRANCIS INFERNO ORCHESTRA, artista chiave della scena underground della capitale creativa australiana e arrivato al pubblico internazionale con le sue ultime release, che hanno un solido impianto nella house e techno più tradizionali impreziosite da rare sfumature esoteriche.
Dai Pesi Bassi il sound unico e carico di soul di CARISTA, la nuova gemma olandese-surinamese dell'elettronica che dopo avere calcato i più famosi dance floor, tra cui il De School di Amsterdam, il BIRD di Rotterdam, e i festival Lowlands e Appelsap arriva questa estate nel maceratese con le sue selection versatili e imprevedibili. Dall'Olanda anche ANTAL, il producer, musicologo e fondatore della famosa Rush Hour, etichetta e vinyl store, vero e proprio bignami di alcune delle migliori produzioni di sempre.
Non mancheranno i talenti della console italiani, con il portavoce dell'afrofuturismo più autentico KHALAB (Laurent Garnier, Trevor Jackson, Ben Ufo,  Mattew Dear, Andrew Whaterall e Bonobo sono solo alcuni dei nomi che suonano costantemente la sua musica), il dj milanese ABSTRACT, DJ resident al Dude Club e il FAT FAT FAT Soundsystem, espressione musicale della filosofia del festival fatta di sole, musica e gioia.



 
VENUES
Grancia di Sarrocciano (Corridonia) e Piazza Vittorio Emanuele II (Morrovalle) sono due tra i siti più storici e centrali dell'area.
GRANCIA DI SARROCCIANO è un luogo che trasuda storia: dal periodo romano, quando Pausulae (antico nome di Corridonia), grazie alla sua strategica posizione geografica, era un nevralgico centro di scambio oltre che sede episcopale a quello medievale, durante il quale i monaci cistercensi di Fiastra costruirono una grande fattoria risalente al XII secolo. Nella piana del fiume Chienti, al confine tra i territori di Corridonia e Morrovalle, oggi si trova un complesso di strutture (ricostruito dopo il 1500 e modificato di nuovo nel XVIII secolo) che da quei tempi antichi eredita il nome: “Sarrocciano" dall'antica Roma, "Grancia" dal Medioevo.
Il Giardino della Sgugola è una delle location più suggestive del festival, uno spazio all'interno della Grancia dove è possibile rilassarsi e cercare di entrare in contatto con la musica. Selezioni sperimentali e molto inusuali sono il comune denominatore di tutti gli artisti chiamati a esibirsi in questo luogo.


Piazza Vittorio Emanuele II è il centro della vita della comunità. Di origini altomedievali, la piazza ha subito nel tempo importanti cambiamenti, arricchendo la sua pianificazione urbanistica con edifici che simboleggiano il potere ecclesiastico, civile e politico. Dalle prime fondamenta del "ministrum de Valle" (X secolo), la piazza conservò il suo ruolo di centro nevralgico della città di Morrovalle (titolo acquisito nel 2009). Qui si svolge la prima serata di FAT FAT FAT.


FOOD
Cultura popolare e cibo da sempre sono strettamente connessi fra di loro: niente come le tradizioni culinarie locali spiegano e comunicano al meglio il territorio e la sua identità culturale. Promuovere la regione Marche anche e soprattuto attraverso la riscoperta delle tradizioni culinarie ed i prodotti locali (es. vincisgrassi (lasagna tipica del posto) ciauscolo (salame spalmabile) sono parti integranti della mission in grado di rendere ancora più autentica l’esperienza immersiva al FAT FAT FAT Festival.








Commenti