Maria Antonietta "Sette ragazze imperdonabili" le date di presentazione


Il 19 marzo uscirà per Rizzoli il primo libro di Maria Antonietta
"Sette ragazze imperdonabili"

Ecco le date di presentazione:
MILANO - 19 marzo - 18.30
La Feltrinelli- Piazza Piemonte, Milano
con 🌸Nur Al Habash🌸

ROMA - 27 marzo - 18.30
Feltrinelli Red, via Tomacelli
con 🌸Elisa Casseri 🌸

FIRENZE - 28 marzo - 18.00
Libreria Feltrinelli Red Piazza Repubblica Firenze
con 🌸Chiara Baffa🌸

Bologna - 29 marzo - 18.00
La Feltrinelli Librerie di Piazza Ravegnana
con 🌸 Chiara Colasanti 🌸


Una delle voci più interessanti della scena musicale
italiana mescola poesia, prosa e collage in un racconto
di sé e delle grandi figure femminili ribelli che l’hanno
sempre ispirata.

“Questo libro è un omaggio alle mie sorelle maggiori. Che cosa
mi hanno insegnato? Ad accettare i miei spigoli, la mia
complessità, ma anche le mie risorse interiori. Ad avere fiducia
e a non sentirmi in colpa se ho molti desideri. A prendermi
sul serio, a darmi una possibilità.”

C’è Emily, che vive in una casa racchiusa tra le siepi di gelsomino, con la compagnia dei libri in camera e le stelle, in alto, a insegnarle la fedeltà. C’è Jeanne, che cavalca tra i boschi di Lorena per andare incontro al suo destino – anche se alle femmine non è concesso di andare a cavallo. C’è Antonia, che tutti chiamano debole, eppure sa scalare le montagne; e c’è Cristina, radicale e inflessibile, che cerca tra le rose il suono della verità. Poi Etty, governata da una forza segreta, e Sylvia, “una Marilyn che scrive poesie”. Infine Marina, che vive in un deserto di ghiaccio, ma darebbe fuoco al mondo per riscaldarsi l’anima. Sono loro, le ragazze imperdonabili. Donne che hanno scelto di non conformarsi, di non compiacere nessuna aspettativa, di non appiattirsi sulla strada che altri hanno disegnato per loro. Donne impazienti, determinate, tremendamente oneste – anche a costo di restare sole, anche a costo di essere antipatiche. Ascoltando le loro voci, Maria Antonietta fa risuonare la propria e ci regala un catalogo delicato e giocoso, per ricordare a tutte le ragazze il diritto di gridare, di godere, di schierarsi, di appiccare incendi. E, perché no, anche quello di fare miracoli.

Commenti