35 anni di "Vola Mio Mini Pony"



Sono passati 35 anni, era il 14 aprile 1984, quando comparivano per la prima volta in Tv i Mini Pony, diventando ben presto famosi in tutto il mondo e tornati tra l'altro in auge negli ultimi anni grazie alla nuova serie animata “My Little Pony” del 2010 ed ai film, ultimo dei quali quello del 2017, dal titolo: “My Little Pony. Il Film”. Ci troviamo a Ponyland - in Italia spesso chiamata “Valle della Felicità” - una Terra fatata abitata da magiche creature, tra Pony volanti, streghe, troll e goblin. Questi esseri di certo poco pacifici vogliono ridurre in schiavitù i piccoli Pony e in loro aiuto arriverà una bambina umana, Megan, l'unica a cui è permesso mettere piede a Pnyland, anche se ben presto sarà seguita nelle sue avventure dalla sorellina Molly e dal fratellino Danny. I personaggi della serie sono una marea: nel corso dei 64 episodi, che si concludono nel settembre del 1987, conosceremo variegati e svariati Pony di ogni forma e dimensione, e molti altri personaggi, tra questi ricordiamo: Dragoberto, draghetto amico dei mini Pony; Berenice, Pony rosa con la criniera celeste; Melissa, Pony bianco dalla criniera verde; Gustavo, Pony bianco dalla criniera verde con una ciocca rossa; Eva, Pony dal manto rosa con criniera fuxia. E moltissimi altri. 

La sigla di "Vola mio Mini Pony":


Ogni Pony tra l'altro aveva una caratteristica personale, un piccolo simbolo sul dorso che lo differenziava dagli altri e gli conferiva anche caratteristiche specifiche: Berenice ad esempio aveva il simbolo di due saette azzurre, Melissa quello di 4 palloncini rosa, Gustavo aveva stampato sul pelo 5 foglie rosse, ed invece Eva aveva disegnati 5 aquiloni blu. Nel caso di “Vola Mio Mini Pony” è una delle rare occasioni nel quale la serie non arriva da un manga o da un libro, ma da una linea di giocattoli. Infatti i Mini Pony sono arrivati prima nei negozi, con le loro criniere da pettinare, e solo in seguito si animarono divenendo serie tv. Seguito da due spin-off, quello del 1992 dal titolo omonimo, composto da 26 episodi, e quello già suddetto di “My Little Pony” del 2010, alla serie madre fecero seguito anche ben 18 film e speciali per la Tv, tutti tra il 1984 ed il 2017. In Italia la serie arrivò soltanto un paio d'anni dopo, con la sigla omonima interpretata da Cristina D'Avena, con il testo di Alessandra Valeri Manera e la musica di Carmelo Carucci.

Commenti