ALTARBOY feat. Silvergreenbee "Keep It On Your Mind" il video


ALTARBOY feat. Silvergreenbee - "Keep It On Your Mind"

Dopo i primi brani inseriti nella colonna sonora di "Baby" il duo torna con
IL NUOVO SINGOLO 
"Keep It On Your Mind"
Guarda su YouTube 


"Keep It On Your Mind" è il NUOVO SINGOLO degli ALTARBOY in collaborazione con la cantante Silvergreenbee, disponibile da martedì 9 aprile su SpotifyiTunes e tutte le principali piattaforme digitali per l'etichetta Wonder Wet Records. 
Gli Altarboy sono il duo di dj e producer formato da Attilio Tucci e Sergio Picciaredda il cui incontro risale ai tempi della scuola elementare. Cresciuti con le sonorità del Pop degli anni ‘80, la Italo Disco e la New Wave, insieme a qualche incursione nella cultura Rave, si appassionano al suono innovativo che stava nascendo in quel periodo a Londra e a Detroit. Affascinati dalla semplicità e dalla modernità dell’Acid House e della Techno, decidono di comprare i primi Synth analogici e le prime Drum Machine cominciando a produrre i primi brani negli anni ‘90 e a suonare come dj in alcuni tra i club più importanti d’Italia. Nel 2010, dopo uno pausa, decidono di fondare la label indipendente Wonder Wet Records, dando vita al progetto discografico Altarboy. Nel 2016, dopo vari dj set in club internazionali, cominciano a lavorare al loro primo album di pop elettronico “Way Beyond”, di cui i primi due singoli, usciti nel 2018, vengono inseriti nella colonna sonora della serie di Netflix “Baby” ed entrano nella top 30 di iTunes. Il duo viene inoltre segnalato da YouTube Music tra i 50 artisti che definiranno il suono del 2019
"Keep It On Your Mind" è un brano che vuole raccontare la dinamica del possesso nelle relazioni, il desiderio e allo stesso tempo l’impossibilità reale di possedere una persona come se fosse un oggetto. Una pulsione istintiva causata probabilmente da un disagio generazionale e celata al conflitto esistente tra emozioni reali e ossessione, rappresentata nel video dalla relazione che la commessa di un negozio decide di instaurare con un manichino, al punto da farlo animare per amarlo e possederlo egoisticamente; ma l’aridità delle emozioni non fa altro che restituire plastica alla protagonista, in un circolo ripetuto e maniacale. La regia è curata dagli stessi Sergio e Attilio che uniscono brillantemente le loro produzioni alle immagini, forti di un'esperienza solida maturata negli anni.

Commenti