SEMrush

Intervista con i "Camera a Sud"


Swing e rock ‘n roll. ricerca e leggerezza, tradizione e innovazione… “Camera a Sud” è tutto questo e… ?
Camera a Sud è grande passione e grande energia che mettiamo nel nostro lavoro, dalla ricerca dei brani, alle produzioni fino ad arrivare ai live. Cerchiamo di lavorare bene su più fronti per rendere ogni nostra performance unica e divertente.

- Come nasce il progetto “Camera a Sud” raccontateci dei vostri inizi, quando tutto era ancora in fase embrionale, qual è stata la scintilla che ha fatto formare la band?
I Camera a Sud sono Manuel Castro (voce), Giuseppe Nasello (chitarra), Carmelo Siracusa (Contrabbasso) e Ivan Newton (batteria). Tutto nasce dalla mente di Carmelo che in uno di quei tipici giorni afosi siciliani, mentre suonava, ebbe la felice idea di mettere su una Swing band. In men che non si dica, nonostante ognuno di noi quattro abitasse in città completamente diverse e distanti tra loro, la Musica e la voglia di mettersi in gioco hanno preso il sopravvento catapultandoci in un’avventura che dura ormai da 7 anni.


- Per quanto riguarda il nome, è inevitabile pensare a Capossela.. ma forse c’entra poco o niente, deriva più dal ...
Dalla semplice casualità, il nome Camera a Sud deriva da una musica che si affaccia a sud, quindi intrisa come, diciamo spesso, di passione, ricerca e buone vibrazioni.



- Molti di questi brani a nostro avviso presentano nelle vostre riletture molti elementi cinematografici, cosa tra l’altro resa anche nei videoclip, a parte…
Ci divertiamo molto nei videoclip che realizziamo, in Caravan Petrol abbiamo ricreato alcuni fotogrammi storici della band di Carosone, in Che Notte abbiamo cercato di riportare in voga le atmosfere da wisky e gangster di Buscaglione, e in Donna ci siamo immersi nella fantasia dei Peanuts di Snoopy e Charlie Brown.

- Il video di Donna sembra fare il verso a quelli dell’indie italiano tanto di moda oggi
Non è stato semplice, cercavamo un’idea originale, anche perché nei precedenti video siamo stati sempre noi i protagonisti, stavolta volevamo metterci un po' da parte. Volevamo realizzare un video minimal, moderno ma anche con dei richiami al vintage, cosa che contraddistingue i nostri brani. La creazione dei personaggi di Charlie e Lucy era proprio come l’avevamo immaginata. È stato molto divertente farli interagire in città, la gente era molto incuriosita. Non si vedono ogni giorno dei “Peanuts” in giro. Il risultato è stato molto indie.




- A quando un disco tutto di inediti?
Sicuramente il prossimo lavoro sarà un disco di inediti, ci stiamo già lavorando

- Pensate di continuare su questa strada in futuro? Discorso inediti a parte, musicalmente parlando?
Abbiamo scelto con la creazione di questo progetto di rispolverare tutte quelle canzoni italiane che hanno avuto successo dagli anni ’30 in poi, canzoni sempreverdi, divertenti che con l’ironia e la semplice ricercatezza dei testi raccontavano e a volte raccontano ancora la società, i vizi e i pregi del nostro paese. Abbiamo scelto brani conosciutissimi, oggi forse caduti un po' nel dimenticatoio, e crediamo sia un gran peccato tutto ciò perché ci rendiamo conto, durante i nostri live, che ancora suscitano grande allegria ed emozione. Sicuramente la scelta di questi brani ci ha dato l’opportunità di metterci in evidenza. Sicuramente continueremo su questa strada anche perché abbiamo uno spettacolo live di brani riarrangiati in chiave elettronica a cui affiancheremo i nostri lavori inediti.


- Prossimi appuntamenti per vedervi live da segnalare ai nostri lettori
31 marzo Pop up market sicily Catania
3 Aprile Caffè del Porto Catania
16 17 18 Maggio Sicily Fest Bricklane Londra




Commenti