Nasce Machete Gaming in collaborazione con Red Bull


MUSICA, VIDEOGAME & ESPORT: NASCE 'MACHETE GAMING' IN COLLABORAZIONE CON RED BULL

La Machete crew, fondata da Salmo, Slait ed Hell Raton estende il suo raggio d'azione anche nel settore più innovativo, coinvolgente ed entusiasmante degli ultimi anni: l’esport.
Machete Gaming è la prima crew che fonde musica e gaming con lo stile unico e originale che contraddistingue ogni produzione dell’incontenibile collettivo artistico


Milano, 18 aprile 2019 - La Machete crew, il celebre collettivo musicale italiano formato da SalmoNitro, Dani FaivSlaitHell Raton e Jack the Smoker, insieme a 333 Mob, composta da Low Kidd, Lazza e ancora Slait, dopo aver scalato le classifiche di vendite, aver fatto il carico di visualizzazioni su YouTube e sui canali social di ogni ordine e grado, riempito club e palazzetti di tutt’Italia e dettato stili e tendenze anche in ambito extra-musicale, approda nell’innovativo e vivace universo del gaming competitivo, meglio noto come esport. E lo fa con l’approccio che caratterizza ogni singola iniziativa messa in campo dalla crew di Salmo e soci: un concentrato di energia, creatività e uno spiccato spirito imprenditoriale che ha consentito a questo nutrito gruppo di artisti a tutto tondo di conquistare la meritata popolarità anche al di fuori dei confini italiani. Dalla loro comune passione per i videogiochi, con cui giocano da sempre e che spesso vengono citati nei loro brani, nasce Machete Gaming in collaborazione con Red Bull, un affiatato team di videogame lover con la propensione verso gli esport, pronto a condividere in diretta streaming sul canale Twitch ufficiale MacheteTv appassionanti momenti di gioco per coinvolgere tutti i loro fan.
Quello tra musica e videogame è un rapporto che va avanti da anni e che man mano si è fatto sempre più solido e stretto, due mondi che si ispirano e si rincorrono vicendevolmente come in un contest freestyle, a maggior ragione da quando hip-hop, rap e trap hanno invaso le playlist di milioni di giovani. Sarà per una questione generazionale o di propensioni e passioni personali, sta di fatto che gran parte degli artisti più seguiti del momento nutre un amore spassionato nei confronti dei videogiochi. E lo si evince nei testi delle loro canzoni o semplicemente dando uno sguardo ai loro profili social.  
Gli Studi
Machete Gaming decide quindi di trovare una dimora fissa e lo fa attraverso la ristrutturazione e la brandizzazione di una parte dei suoi studi, trasformandoli in una vera e propria gaming house. I suoi protagonisti di spicco, invece, sono diventati degli avatar in computer grafica curati nei minimi particolari, delle trasposizioni videoludiche al pari del miglior protagonista di un videogame di successo. 
L’intero progetto è stato supportato da Red Bullche con il suo approccio pioneristico sempre pronto a scovare e supportare le nuove tendenze, ha collaborato all’ambizioso sogno dei Machete.
Sarà invece Acer con Predator, il brand dedicato al mondo del gaming, in qualità di partner PC, a supportare la crew. “Insieme a Red Bull condividiamo un impegno profondo nel supportare i fan di eSport e le gaming community con contenuti originali e di qualità uniti alle tecnologie all’avanguardia tipiche dei prodotti Predator- afferma Tiziana Ena, MPBU & Marketing Manager di Acer Italy.
I canali
Non è un caso se una realtà come quella dei Machete abbia scelto di intraprendere un’avventura ‘professionistica’ nell’universo videoludico competitivo, soprattutto se si considera la giovanissima età della maggior parte dei componenti, cresciuti nel pieno di un’epoca segnata da una vera e propria rivoluzione in ambito gaming. Un’epoca in cui le sale giochi hanno ceduto il passo alle console da gioco, che hanno poi letteralmente invaso le camerette e i salotti delle case di mezzo mondo ridefinendo il concetto di home entertainment. Se un tempo si guardavano giocare i player più talentosi intenti a battere ogni record su vecchi e pesanti cabinati coin-op disseminati un po’ ovunque, oggi, complice la tecnologia, si continuano a seguire e studiare le mosse dei professionisti dei videogame grazie a piattaforme dedicate allo streaming come Twitch, la più diffusa in assoluto. 
Dopo YouTube, Spotify, Instagram e Facebook, sarà proprio Twitch il nuovo terreno di conquista a ‘suon’ di visualizzazioni che Machete Gaming intende conquistare con gli streaming di gioco dei suoi componenti, tra una sessione di registrazione e l’altra.
Twitch rappresenta il new media più efficace per sperimentare nuovi format e nuove strategie di comunicazione per offrire visibilità alle proprie passioni o alla proprie performance artistiche. Insomma, il luogo naturale dove Machete Gaming potrà mostrare a tutti gli appassionati di videogame ed esport di che pasta sono fatti i suoi componenti.  
Per dare man forte al nuovo e ambizioso progetto, Machete Gaming ha già previsto il coinvolgimento di due pro-player esport con una certa esperienza, Pityth e KyGoZz, entrambi specializzati nella disciplina del momento: Fortnite. Il loro ingresso nel team offrirà la spinta necessaria per muovere i primi passi in questo mondo e affrontare le prime competizioni ufficiali dove la concorrenza è davvero agguerrita.  
Il lancio
Il lancio ufficiale di Machete Gaming è stato festeggiato con un party esclusivo firmato Red Bull, in cui tutti gli elementi più rappresentativi dell’ambizioso progetto erano in evidenza: da una competizione gaming sul nuovo videogame Apex Legends fino ad una live performance con gli artisti Machete, 333 Mob e altri che per la prima volta hanno impugnato sia il microfono, che il joystick, il tutto rigorosamente in diretta streaming sul nuovo canale Twitch ufficiale MacheteTv.
Durante la serata è stato possibile provare il sogno di qualsiasi gamer, il rivoluzionario Predator Thronos, la postazione gaming che offre l’incredibile sensazione di essere “racchiusi in una capsula d’acciaio, avvolti dall’audio e immersi nell’azione del gioco”. 


Commenti