SEMrush

LINECHECK MUSIC MEETING AND FESTIVAL dal 19 novembre la 5a Edizione




LINECHECK MUSIC MEETING AND FESTIVAL 5a EDIZIONE - DAL 19 AL 24 NOVEMBRE 2019 - MILANO

LE NOVITÀ DI QUEST’ANNO: CONCERTI E SHOWCASE DIFFUSI NEL DISTRETTO NAVIGLI. GUEST COUNTRY: CANADA. TEMA PORTANTE DEGLI INCONTRI: #SoundsLikeDiversity.
TRA GLI HEADLINER: DALLA NIGERIA SEUN KUTI, FIGLIO DI FELA, CON “LA PIÙ INFERNALE MACCHINA RITMICA DELL’AFRICA TROPICALE”, GLI EGYPT 80.
GIORGIO POI HEADLINER ITALIANO.



Annunciati durante KeepOn Fest nuovi dettagli del programma di Linecheck 2019, main content partner di Milano Music Week: sei giorni di incontri e workshop di livello internazionale sui temi caldi dell’industria musicale. Alla sua quinta edizione, Linecheck è il punto di riferimento per music manager, promoter, etichette, agenti di booking, policy maker culturali, art director e professionisti della comunicazione, producer. Attesi oltre 2000 delegati, 40% internazionali, per oltre 70 eventi tra panel, networking session, masterclass. Guest country di quest’anno: il Canada. E alla sera dopo il Meeting, il Festival, uno showcase diffuso su 10 locali, con oltre 50 live, progetti inediti e formazioni internazionali alla prima volta in Italia.



Il Meeting diurno avviene negli spazi ex-industriali di BASE Milano, centro per l’innovazione nelle industrie creative, nel distretto della moda e del design di zona Tortona, all’interno del quale sono da poco attive le musicROOMS, spazio multifunzionale dedicato ai professionisti della musica, con un proprio mini anfiteatro interno e la speciale CAPSULA, un box con pareti trasparenti e suono immersivo 3D. La sera, i live e gli showcase per la sezione Festivalavvengono sui due palchi di BASE, nella CAPSULA e in forma diffusa nella vicina zona Navigli, in un circuito di circa 10 club e locali per la musica dal vivo. La conferenza vera e propria si svolge nei giorni 21 - 23 novembre, mentre la neonata Linecheck Academy avrà luogo il 19 e il 20 con una masterclassin partnership con SAE Institutee altri workshop a numero chiuso.
I temi del Meeting.Tra i principali temi trattati, il music export,con guide pratiche
e networking session per creare connessioni e capire come
muoversi su specifici mercati: Canada, Russia, Medio Oriente,
UK e Francia. Molti i contenuti legati a industrie contigue alla
musica su cui la città di Milano ha una spiccata vocazione
produttiva: fashion, design, branding, social media e pr, art
direction, pubblicità. 
Altri temi caldi trattati: il diritto d’autore e
la sua evoluzione attuale, sync, publishing e tech, concentrati
in prevalenza nelle giornate di giovedì e venerdì, mentre il
sabato sarà orientato per lo più al mondo festival e live,
tendenze di passato e futuro, musica e dinamiche urbane.
Linecheck è anche un momento di riflessione sociale. Le
parole chiave del 2019 sono 
diversità inclusione:
#soundslikediversity, tema connesso con il guest country, il
Canada, nazione portabandiera del multiculturalismo. A
lla
#
diversity Linecheck dedica la mattinata d’inaugurazione di
giovedì 21 novembre con un panel che mette a dialogo
soggetti italiani e internazionali che lavorano sul tema della
musica come strumento di attivismo politico e sociale: 
In Place
of War
,Attitude is Everything,Stregoni,IndiePride, la
manager di Toronto Meg Symsyk (Entertainment One) attiva
per 
Woman in Music Canada e Alan Greyeyes, portavoce
della nuova cultura indigena canadese.
Novità di quest’anno è la presenza di un guest country.
Inaugura il 
Canada: insieme all’Ambasciata del Canada, allaDelegazione del Québec FACTOR (Foundation Assisting
Canadian Talent On Recordings), un’ampia delegazione di
professionisti canadesi popolerà Linecheck, i panel e le
networking session.
Tra gli altri panel già in programma: “A&Ring today:
Turbohype vs Longseller, Numbers vs Taste”, “Technology & Artistic Direction - New ways of Festival and Venue booking” e un appuntamento su una delle ex-sottoculture meno incluse nelle riflessioni del business musicale: “Metal 2020: Where the hell’s the innovation?”



2 of 6
Linecheck 2019 - Comunicato Stampa 13/09/19
Per Linecheck Academy, Paola Zukar, manager di rapper italiani come Fabri Fibra, Marracash, Clementino e autrice del libro Rap - Una storia italiana (2017), terrà una masterclassmartedì 19 dalle 10 alle 18, sulla figura del manager artistico nel rap e lo sviluppo della carriera di un artista sul medio-lungo periodo.



La line-up del Festival.
La line-up del festival propone una serie di esplorazioni sonore e geografiche, con molti talenti internazionali alla prima volta in Italia, e progetti inediti ancora da scoprire. Con alcune eccezioni: tra gli headliner dei concerti serali, Seun Kuti, figlio di Fela, il leggendario musicista e attivista pioniere dell’afrobeatCantante, sassofonista, autore e militante, la sua presenza è legata al tema portante #soundslikediversity. Con lui la storica formazione degli Egypt 80: dopo la morte prematura del padre nel 1997, Seun ha assunto a soli 15 anni il ruolo di cantante della band, “la più infernale macchina ritmica dell’Africa tropicale”, assumendone anche l’impegno politico e sociale.
Headliner italiano del festival è Giorgio Poi (Bomba Dischi): golden boy dell’itop, paroliere, polistrumentista e produttore, porterà sul palco di BASE Milano i pezzi del suo “primo secondo album” Smog e il resto della suo repertorio. Nato a Novara, romano d’adozione, cresciuto tra Londra, Berlino e ora Bologna, Giorgio Poi è l’artista di riferimento per tutta quella corrente di musica italiana di successo e qualità, vantando collaborazioni di successo con artisti come Calcutta, Frah Quintale e Carl Brave. Giorgio Poi è inoltre recentemente stato chiamato dai Phoenix ad aprire varie tappe del loro tour (Milano, Parigi, New York, Los Angeles).
Per il Canada: da Toronto i Doomsquad (Bella Union)trio di art-dance ed elettronica psichedelica che porteranno a Linecheck un progetto speciale con i milanesi NAVA(Nettwerk)Hubert Lenoir, artista queer glam pop, “le David Bowie québecois”, candidato per il Polaris Music Prize 2018;respectfulchild, progetto strumentale che esplora i limiti sonori del violino usando pedali looper e altri accessori; Booty EP, duo elettropop che cura personalmente le riprese, il montaggio e la postproduzione di tutti i visual che accompagnano i brani.
Tra gli altri artisti: il duo tedesco Olmo Mathilda; il prog-post-math rock dei The PierSHERELLE, con le sue footwork, juke e jungle; l’R’n’B di Arlo Parks, diciannovenne


inglese di origini nigeriane alla sua prima apparizione italiana; il fisarmonicista bielorusso Yegor ZabelovBlu Samu, tra poetessa e urban samurai, con una controversa unione di soul, jazz, funk e rap; i suoi suoni intimisti di Ginevra; gli arrangiamenti soul, indie e folk di Eugenia Post Meridiem; la psichedelia degli Al Doum & The Faryds e il rap del giovane ghanese Mannie Mims.



Navigli nuovo distretto della musica live, per la Milano Music Week.
Tra le novità del 2019, il programma di concerti serali diffuso su 10 diversi locali di un nuovo distretto della musica live che sta prendendo forma: i Navigli, a pochi passi dai quartier generali diBASEMilano.Venueconfermate:ElitaBAR,Ex-Fornace,nonostantemarras, Ostello Bello, RAL, Rocket, ZOG Navigli.LinecheckèmaincontentpartnerdellaMilanoMusicWeek, che dal 18 al 24 novembre 2019, vedrà tutta la città di Milano sintonizzarsi sulle frequenze più diverse della musica. Promossa per la terza volta da Comune di Milano - Assessorato alla Cultura, SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori), FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana), Assomusica (Associazione Italiana Organizzatori e Produttori Spettacoli di Musica dal Vivo) e NUOVOIMAIE (Nuovo Istituto Mutualistico Artisti Interpreti o Esecutori), con il patrocinio del MiBAC Ministero per i beni e le Attività Culturali, e in collaborazione con Linecheck per il coinvolgimento degli operatori di settore, Milano Music week vuole essere un racconto a 360° dell’industria musicale, attraverso l’intera filiera e suoi protagonisti, con un lavoro collettivo che si sviluppa nel corso dell’anno fino ad arrivare alla settimana della musica per eccellenza.
I partner, le collaborazioni.Oltre alla presenza canadese, AssomusicaFIMI e l’UfficioSIAE Italia Music Export si riconfermano tra i primi partner diLinecheck 2019, insieme a British CouncilNUOVOIMAIE
PMI - Produttori Musicali Indipendenti
SAE Institute eshesaid.so.Sul fronte dell'internazionalizzazione della musica italiana, Linecheck collabora con l’UfficioSIAE Italia Music Export, che ha curato alcuni dei panel e workshop sul tema e ha facilitato la partecipazione di professionisti stranieri all'evento.



Quattro importanti collaborazioni consolidano l’inserimento di Linecheck nel network della music industry europea. A Milano si concluderà il progetto JUMP, European Music Market Accelerator, il nuovo acceleratore europeo per neo-imprese musicali. Dopo un tour europeo che è partito da Manchester e ha toccato Lisbona, Atene, Inverness, Berlino, Parigi, Praga, i giovani imprenditori/innovatori selezionati, presenteranno a Milano i loro prototipi di innovazione nell’ambito distributivo, artistico, tecnologico.
Per il terzo anno Linecheck si conferma inoltre parte di ETEP, European Talent Exchange Program, la piattaforma di circuitazione di artisti più importante in Europa, che porta al Festival alcune delle band selezionate in occasione di Eurosonic. Dal 2018 Linecheck fa parte del network europeoINES-Innovation Network of European Showcases, che rappresenterà proponendo 2 progetti musicali dalla call for artistsdiffusa dalla piattaforma gigmit. Linecheck entra ufficialmente a far parte del primo programma per l’eguaglianza di genere nell’industria musicale, supportato dall’Unione Europea:Keychange. Promosso dalla PRS Foundation a livello internazionale e dal Music Innovation Hub di Milano in Italia, si tratta di un impegno formale da parte degli operatori del settore musicale per raggiungere entro il 2021 un bilanciamento 50-50% all’interno del proprio staff e management. Linecheck ospiterà una presentazione del progetto. E allo stesso tempo garantirà un’adeguata presenza femminile sia all’interno del Meeting che sui palchi del festival
Linecheck Music Meeting and Festival è una produzione del
neonato Music Innovation Hub, fondato nel 2018. Think tank,società di produzione e di consulenza per le professioni musicali
e le istituzioni culturali, MIH è un incubatore di nuovi talenti
artistici, con focus speciale sui suoni orientati all’esportazione.
MIH sviluppa programmi di formazione professionale, incoraggia
opportunità di networking a livello internazionale e promuove
progetti innovativi nell’ambito della produzione, del consumo e
della distribuzione musicale. Sono partner di MIH: Fondazione
Giordano dell’Amore, Music Management Club e la stessa
BASE Milano, acceleratore per le industrie creative, luogo per la sperimentazione nella produzione culturale, localizzato nel distretto del design e della moda di zona Tortona.



Confermati in LINE UP

Seun Kuti (NG)
Giorgio Poi (IT)
Al Doum & The Faryds (IT) Arlo Parks (UK)
Booty EP (CA)
Blu Samu (BE)
Doomsquad (CA) + NAVA (IT) Eugenia Post Meridiem (IT) Ginevra (IT)
Hubert Lenoir (CA) Mannie Mims (GH) Olmo Mathilda (DE) respectfulchild (CA) SHERELLE (UK) The Pier (IT)
Yegor Zabelov (BY)
and more TBA
Linecheck - Music Meeting and Festival
The Italian Music Conference
Milano, 19 - 24 novembre 2019BASE Milano, via Bergognone 34 + location varie https://www.linecheck.it/
page6image11264
#Linecheck19 #ShapeYourFuture #SoundsLikeDiversity #milanomusicweek
#MMW19 #MusicCityMilano 
facebook.com/linecheckfestival instagram.com/linecheck_official /
FULL PASS (Meeting + Festival) 1st release / 80 euro: https://www.diyticket.it/taWSwGMEETING PASS (3 day pass from 10:00 am to 7:00 pm) 1st release / 50 euro FESTIVAL PASS (3 day pass from 7:00 pm) 1st release / 30 euro
page6image16000
Credits:
Linecheck Music Meeting and Festival è un progetto di Music Innovation Hub
Prodotto da POGO Productions
da un’idea di elita

in partnership con BASE Milano
main content partner di Milano Music Week
Partner dei progetti:
JUMP European Music Market Accelerator ETEP European Talent Exchange ProgramINES Innovation Network Of European Showcases
Keychange

Commenti