SEMrush

G.BIT "Stronzo" il video

G.BIT - "Stronzo"
IL NUOVO VIDEO 

"Stronzo" è il nuovo VIDEO di G.bit, disponibile da oggi su YouTube del brano estratto dall'ultimo album "Tilt!", pubblicato a maggio per Warner Music. 


G.bit è il nome d'arte di Gianmarco Bitti, nato nel futuro. Cresciuto a La Spezia, G.bit si avvicina a un percorso artistico inizialmente come ballerino per poi evolvere definitivamente come rapper. A giugno del 2018 ha pubblicato la sua prima raccolta di singoli, "AHAHAH", che totalizza oltre 7 milioni di streaming incontrando l'interesse di pubblico e addetti ai lavori. A settembre dello stesso anno esce "TADAN", un EP di remix contenente quattro brani di artisti emergenti selezionati e remixati dallo stesso G.bit.
A maggio 2019 esce l'album "Tilt!" per Warner Music, il primo progetto musicale che sfrutta la tecnologia della realtà aumentata su oggetti di uso quotidiano. Grazie all'applicazione ARIA, scaricabile gratuitamente, è stato infatti possibile accedere a contenuti speciali inquadrando con il proprio smartphone una delle immagini mappate seguendo le indicazioni fornite dai social dell'artista. 


"Stronzo" è il secondo video estratto da Tilt!, diretto da Leonardo russo, un unico piano sequenza girato all’alba che racconta con la massima schiettezza quel preciso momento, vissuto tra follia e divertimento, che sigilla una serata con gli amici. La scelta di raccontare con estremo realismo uno spezzato di vita di G.bit si contrappone al precedente video, “Oh baby”, dove le animazioni di Laurina Paperina prendono forma e interagiscono con l’artista: questo dualismo rappresenta perfettamente la sua musica e le sfaccettature che spaziano da brani più allegri e scanzonati a tracce più intimiste.
"Io, Fiks, Zuca, Disme, Panetti, La Marle e Leo con una videocamera post serata.
A volte finisce bene.
Altre volte finisce così...
E se dovessi lasciarci le penne usatele per scrivere solo cose belle"
G.bit 
"TILT!" è composto di dodici tracce che riprendono, nei testi e nelle sonorità, l'irriverenza che negli ultimi anni lo ha reso incredibilmente riconoscibile all'interno della scena urban italiana.
Con questo disco G.Bit si fa portavoce di uno stile che ambisce a sdrammatizzare e ad alleggerire qualsiasi messaggio affrontato, una cifra che gli permette di toccare una molteplicità di contenuti: il fil rouge di Tilt! rimane infatti un'attitudine scherzosa, colorata e dissacrante ma in grado di lasciare spazio a un mondo sonoro multiforme, dai beat più danzerecci a sfumature più scure e acide riconducibili all'universo Punk Uk, grazie alle produzioni curate da Andre Blanco, Pankees, Renzo Stone, Strage e Mike Lennon. Nel disco le collaborazioni con la star dell'asian rap Mike Lennon in "Faccio Quello Che Voglio" e con la giovane leva di Machete Dani Faiv in "50KG".
A fare da specchio alla sua musica un immaginario visivo ed estetico altrettanto definito. Fondamentale in questo senso la collaborazione con Laurina Paperina, artista trentina che ha curato tutta la veste visual del progetto e che condivide con il giovane rapper una visione "cartoonata", ironica e futuristica nei confronti della vita e dell'arte.
Le immagini e le animazioni realizzate da Laurina suggeriscono infatti la chiave di lettura con cui approcciarsi a "TILT!" che va ascoltato e vissuto con la stessa ironia e divertimento che stimolano G.bit e Laurina a creare la propria arte. 


Commenti