SEMrush

"Mercato Sonato" al via a Bologna la quarta stagione



AL VIA LA QUARTA STAGIONE DEL MERCATO SONATO Inaugurazione l’11 ottobre con l’evento solidale perMediterranea Saving Humans Tra le novità le rassegne MercatoJAZZ, Global Beats Night e i Concerti animati aperti alle famiglie Nuova la collaborazione con Gender Bender Festival


Prende il via, venerdì 11 ottobre alle ore 20.30, la quarta stagione del Mercato Sonato – l’ex mercato rionale di Bologna che l’Orchestra Senzaspine, in collaborazione con il Comune e il Quartiere San Donato - San Vitale, ha trasformato in un teatro urbano unico nel suo genere in Europa –, con una festa di inizio stagione all’insegna della solidarietà. Ad aprire la serata, le cui offerte libere andranno devolute all’organizzazione no profit Mediterranea Saving Humans, è la band afrofunk BantuBeat, che accosta alle composizioni originali del loro primo disco Bantubeat, uscito lo scorso marzo, brani di formazioni e artisti quali Fela Kuti, Ebo Tayolr, Soul Jazz Orchestra e Jungle Fire.



In linea con il progetto di riqualificazione urbana e culturale promosso e firmato Senzaspine, l’intera programmazione artistica di concerti e dj set del Mercato Sonato, curata anche quest’anno dall’Associazione Gentle Freak Bros, prevede un cartellone dove centrale è il dialogo interculturale, l’impegno sociale, il rapporto sempre più saldo con il quartiere e i momenti di incontro e scambio tra arti e generi musicali differenti, dallo ska al soul, dal reggae al funk e fino all’elettronica.
La ricca proposta musicale si riconferma di respiro internazionale e vede protagonisti, tra gli altri, artisti come il cileno Chico Trujillo (1° novembre) e gli americani Apollo Brown, Bronze Nazareth (8 novembre) e Nickodemus (9 novembre), e scommette su ensemble locali come la band bolognese ska tutta al femminile Le Birrette (19 ottobre) o il gruppo sardo reggae Arawak (7 dicembre).
Accanto ai format che hanno fatto ballare il pubblico durante la scorsa stagione, quali Poveracci Night (12 ottobre) e Taranta Night, la programmazione del Mercato Sonato si arricchisce con la rassegna MercatoJAZZ, tre appuntamenti che vedono sul palco di via Tartini, artisti di fama internazionale, quali il Duo del trombonista Gianluca Petrella e del percussionista Pasquale Mirra (18 ottobre), il sassofonista Daniele Sepe (23 novembre) e il trombettista Fabrizio Bosso (19 dicembre).
Si aggiungono gli appuntamenti intitolati Global Beats Night, dedicati al global bass, genere ormai diffuso in tutta Europa e in cui si esibiranno il meglio degli esponenti provenienti da tutto il mondo, a partire dal progetto “Nomad Frequencies” del musicista e produttore Dj Pushit, in cui la world music si mescola al dub e all’elettronica e gli strumenti tradizionali a campioni e suoni digitali, per un risultato ipnotico e originale (26 ottobre).




Nasce inoltre la partnership con Gender Bender, il festival internazionale che promuove opere di artisti contemporanei chiamati per esprimere la loro visione su temi legati alle identità di genere e alle nuove rappresentazioni del corpo. Il Mercato Sonato diventa così palcoscenico di due spettacoli di danza: Common emotions ideato e diretto dal coreografo israeliano Yasmeen Godder (24 e 25 ottobre) e L’età dell’horror con la coreografia di Riccardo Buscarini (30 e 31 ottobre).
Cuore pulsante del Mercato Sonato sono i musicisti dell’Orchestra Senzaspine, che portano avanti per il terzo anno il percorso didattico con i più piccoli, in collaborazione con l’Associazione Musicaper di Bologna. Sono infatti già aperte le iscrizioni della Scuola di Musica Senzaspine (informazioni e iscrizioni: scuola@senzaspine.com), che quest’anno accanto alle lezioni di violino, violoncello, flauto, clarinetto, tromba, corno, pianoforte, chitarra e percussioni, amplia l’offerta formativa con l’inserimento della classe di arpa. Le rette della scuola saranno calcolate in base all'Isee familiare, e per rendere accessibili a tutti lo studio della musica sono disponibili 13 borse di studio e la possibilità di fruire di un’agevolazione grazie al contributo della Caritas. Continuano inoltre le lezioni del Coro di Voci Bianche e il corso di propedeutica musicale, diretti quest’anno da Emilio Milan. Il 13 ottobre si potranno conoscere i docenti, le classi di strumento e tutte le attività della Scuola durante un open day dalle 16.30 alle 18.30. 
Dopo il successo degli scorsi anni riprendono gli appuntamenti con il Coro degli stonati (dal 14 ottobre), i percorsi di ascolto alfabetizzazione musicale (dal 15 ottobre) e i corsi di armonia e composizione (dal 17 ottobre) condotti da Tommaso Ussardi e Matteo Parmeggiani (info e iscrizioni: segreteria@mercatosonato.com).
Non mancherà anche quest'anno CLASSICAdaMercato. Ogni mercoledì – a partire da novembre – lezioni concerto, musica da camera e sinfonica, prove aperte e aperitivi musicali animeranno lo spazio del Mercato Sonato, e il costo del biglietto lo decide il pubblico. Un'offerta alternativa per rendere fruibile a tutti la musica.
Novità della Stagione 2019/2020 sono i Concerti animati aperti alle famiglie, cinque spettacoli pomeridiani (dall’1° dicembre 2019 al 5 aprile 2020), in cui i linguaggi dell’illustrazione animata, della musica colta e dell’interpretazione attoriale si incontrano in un’innovativa proposta didattica e multidisciplinare di teatro musicale, a cura dell’Orchestra Senzaspine, con la partecipazione di cinque grafici professionisti e con la regia e la voce narrante di Andrea Acciai (informazioni e prenotazioni: progettiformativi@senzaspine.com).
Completano la programmazione i corsi e gli eventi dedicati al lindy hop, proposti dall’Associazione Bologna Swing Dancers (per info: info@bolognaswing.it), e i laboratori e le serate di tango e milonga organizzate dall’Associazione Sguardi OltreilTango (per info: accademiaitinerante@gmail.com | 349.5217145).



«Arrivati al quarto anno di attività – dice Tommaso Ussardi, direttore d’orchestra e Presidente dell’Associazione Senzaspine – siamo orgogliosi che il Mercato Sonato continui a crescere. La proposta musicale è ogni anno sempre più ampia e variegata, e accontenta davvero tutti. Intanto noi perseguiamo l’obiettivo cruciale dell’Associazione Senzaspine: avvicinare il grande pubblico alla musica colta. Dopo la nascita della nostra scuola e il proseguimento dei laboratori didattici, quest’anno proponiamo una nuova sfida: cinque domeniche “animate” aperte alle famiglie. Siamo ansiosi di vedere come verrà accolto questo nuovo progetto».
«Il Mercato Sonato è una risorsa culturale, un luogo dove non solo si concretizza la nostra missione di divulgare la musica classica in modo semplice ad adulti e a bambini – spiega Matteo Parmeggiani, direttore d’orchestra e Vicepresidente dell’Associazione Senzaspine –, ma è anche un po’ la casa di tutti, dove chiunque, anche chi è di passaggio, può vivere la quotidianità e magari godersi un aperitivo con gli amici attorniato dalla pluralità dell’offerta musicale. Un luogo culturale alla portata di tutti, senza differenze e pregiudizi, dove è possibile scegliere e partecipare a una miriade di eventi».
L’ingresso agli eventi del Mercato Sonato – gratuiti e a pagamento – è accessibile esclusivamente presentando la tessera Arci 2019/2020. Per informazioni: www.mercatosonato.com.



I numeri della scorsa stagione: 11 mesi di programmazione, 60000 spettatori complessivi, oltre 1200 bambini coinvolti, 140 eventi, 600 ore di laboratori e didattica, 8000 iscritti all’Associazione Senzaspine.
I sostenitori: Mercato Sonato è un progetto di Associazione Senzaspine, con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività culturali, Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Quartiere San Donato-San Vitale, ARCI Bologna, Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, Funder35; con il contributo di Borsari Strumenti Musicali eArgenteria Corradini.



Le collaborazioni: Gentle Freak Bros, Estragon Club, Witness Journal, Associazione MusicaPer di Bologna, Sambo Sound, NoteFotografiche, Street Style Studio, LAC scatola, RE, Area M, Piccolo Formato, Teatro degli Incompatibili, Coro Voci Bianche Senzaspine, Novensemble, Spazio Il Germoglio, Re Mida Bologna Terre d’Acqua, Museo Tolomeo – Istituto dei ciechi Francesco Cavazza Onlus, Baumhaus/Associazione Map, Culturit Bologna, In bici senza età, Cantieri Meticci, Ciclostile Architettura, Swing Dance Society, Sguardi oltre il Tango, Associazione Labù, Associazione L’AltraBabele, Kairos Danza, Komos – Coro gay di Bologna, Associazione ZooPalco, Camelot Soc. Coop., Kiez Agency, Associazione Arterego, Associazione Magnifico Teatrino Errante. Media partner è Radio Città del Capo – OpeNetwork.


Commenti