SEMrush

Modern Love (Amazon Video)



“Ogni cosa è possibile”

Diretta da John Carney, la nuova dramedy di Amazon Video "Modern Love" ci porta, un po' come ha fatto “Modern Family” in questi ultimi 10 anni, a scoprire com'è cambiato l'amore ai giorni nostri, com'è cambiata la società e come si evolve. Basata sulla rubrica settimanale del “New York Times”, la serie ci racconta l'amore sotto molti punti di vista e forme diverse: dall'amore carnale, a quello romantico e sdolcinato a quello familiare, dall'amore platonico e unilaterale a quello individualista... e lo fa con un cast strepitoso. 




La prima cosa che infatti salta all'occhio della serie, già rinnovata per una seconda stagione, è la parte attoriale sensazionale che cambia in ogni episodio. Troveremo Anne Hathaway, Ed Sheeran, Tina Fey, Andy Garcia, Dev Patel, Cristin Milioti – splendida protagonista del primo episodio “Quando il portiere è il tuo migliore amico” Olivia Cooke, John Slattery e molti altri. Otto gli episodi totali da trenta minuti ciascuno che compongono una prima stagione in cui c'è del sano sarcasmo, non ci si prende mai realmente sul serio, ma gli stereotipi spesso mostrati sotto forma di cinismo, in questo caso, ci vengono esposti in maniera intelligente, senza mai scemare nel banale o nel già visto.


Bella la colonna sonora che parte da una sigla che ripercorre immagini di coppie che hanno fatto il giro del mondo, belle le sceneggiature dei vari episodi che riescono a mantenere una freschezza sempre intatta e non stancano mai: la serie potrebbe perfettamente essere seguita per intero, tutti gli otto episodi uno dietro l'altro, e non stancherebbe mai, per niente.



Tra gli episodi più belli spiccano, il secondo: “Quando cupido è una gionalista indiscreta”, con Dev Patel, Catherine Keener e Andy Garcia, in cui Dev interpreta Joshua, responsabile di un'app per cuori solitari, mentre la Keener presta il volto alla giornalista del titolo che lo intervista dopo il successo della suddetta applicazione per smartphone. 



I due si confrontano in maniera leggera e delicata, parlando a cuore aperto delle loro storie finite e delle ferite ancora aperte. In “Prendimi come sono, chiunque io sia”, c'è un Anne Hathaway affetta da bipolarismo. Un problema importante, ma trattato in maniera elegante e funzionale. Forse l'episodio più bello e più intenso di tutta questa prima splendida stagione. Una serie che potrebbe tranquillamente durare per molti anni, perché brillante, interessante e mai noiosa. La Amazon porta in scena senza alcun dubbio una delle sentimental-comedy più belle degli ultimi anni.


Commenti