SEMrush

"Abbi cura di me" di Cristicchi diventa un albo illustrato

Il messaggio d'amore universale presentato da Cristicchi a Sanremo
si fonde con le preziose illustrazioni di Simone Rea
ABBI CURA DI ME
Simone Cristicchi e Nicola Brunialti
Illustrazioni di Simone Rea
Il 28 novembre la canzone "Abbi cura di me" diventa un albo illustrato
La presentazione ufficiale il 1 dicembre, a pochi chilometri da Roma
Esce giovedì 28 novembre Abbi cura di me”, l'albo illustrato nato dalla canzone di Simone Cristicchi e Nicola Brunialti, presentata al Festival di Sanremo 2019.

Fin dalla prima esibizione ha fatto breccia nel cuore del pubblico, conquistando  adulti e bambini, insegnanti e studenti, e dando vita a riflessioni davvero emozionanti. L'elegante mano di Simone Rea ha dipinto per Lapis i versi della canzone.


Simone Cristicchi: "Nelle mie intenzioni, questo brano vuole essere una preghiera d’Amore universale, una dichiarazione di fragilità, una disarmante richiesta d’aiuto. 
 Il giorno dopo aver cantato a Sanremo mi è arrivato il video di una classe di bambini che la stava studiando e cantando durante un’ora di lezione. Per me è stata una grande vittoria. Questa canzone è entrata nel cuore di tutti, è un’esperienza meravigliosa sapere che viene utilizzata nelle scuole, nelle chiese, negli ospedali, tra i bambini."
"Non cercare un senso a tutto, perché tutto ha senso
Anche in un chicco di grano si nasconde l'universo

Perché la natura è un libro di parole misteriose
Dove niente è più grande delle piccole cose"
"Abbi cura di me" è un libro per tutti, dedicato all'amore oltre le divisioni e i confini. L'amore che ci fa capire che non siamo soli e ci rendere meravigliosamente umani.  Un messaggio di pace e perdono, un inno alla bellezza e alla felicità, un appello all'ascolto dell'altro.


Nicola Brunialti: "Un giorno feci un tweet secco: "Abbi cura di me". Simone mi chiamò e mi disse "deve partire tutto da qui". Di lì, abbiamo scritto insieme il testo della canzone. Volevamo rispondere alle notizie negative da cui siamo continuamente schiacciati, con una riflessione più profonda. Non potevamo continuare a guardarci i piedi, era tempo di guardare il cielo". 
Illustrati | Pagine 64 I Euro 15,00 | ISBN:  9788878747357 I Anni 0-99
La presentazione ufficiale
Domenica 1 dicembre, ore 17.00
Libreria Il SoffiaSogni

Via Andrea Costa, 14, 00041 Albano Laziale (RM)

Saranno presenti Simone Cristicchi, Nicola Brunialti e Simone Rea

SIMONE CRISTICCHI

Cantautore, attore e scrittore nasce a Roma nel '77. Dal 2005, esordio musicale con "Vorrei cantare come Biagio”, è un crescendo di consensi di pubblico e di critica con l’assegnazione di prestigiosi premi. Nel 2007 la vittoria del Festival di Sanremo con "Ti regalerò una rosa” e a seguire libri divenuti “Oscar Mondadori” e ripetuti sold out teatrali tra cui “Mio nonno è morto in guerra” che riceve il plauso del Presidente Napolitano e “Magazzino 18” con oltre 250 repliche. Dal 2017 è direttore del Teatro Stabile d’Abruzzo. Al Festival Sanremo 2019, con “Abbi cura di me”, è protagonista commosso di una standing ovation tributatagli dal pubblico del Teatro Ariston. Viene pubblicato l’album antologia di successi “Abbi cura cura di me” e presenta il documentario e spettacolo teatrale “HappyNext – Alla ricerca della felicità”, attualmente in scena.

NICOLA BRUNIALTI
Autore poliedrico, scrive per la pubblicità, la televisione, il teatro e dal 2004 per ragazzi. Dalla collaborazione con Simone Cristicchi sono nati la canzone “Abbi cura di me” (Sanremo 2019) e l'ultimo spettacolo teatrale “Manuale di volo per uomo”. Con la Lapis ha pubblicato "La maledizione del lupo marrano", "Pennino Finnegan e la fabbrica di baci", "Sammy Sparaballe",  "Alicia faccia di mostro" e "Saturnino". È pronipote di Alessandro Manzoni.

L'ILLUSTRATORE

SIMONE REA

Ha iniziato a disegnare all’età di 3 anni e da allora non ha più smesso. Ha partecipato a diverse mostre e concorsi, in Italia e all’estero, ricevendo numerosi riconoscimenti. Tra i suoi libri pubblicati ricordiamo "La cavalla storna" (Rizzoli, 2012), "L’uomo dei palloncini" (Topipittori, 2014), "Il vento" (Il Leone Verde, 2016).


Commenti