SEMrush

Fulminacci "Le ruote, i motori!" il video


Nuovo singolo e relativo video per Fulminacci: "Le ruote, i motori!".



Credits
Da un’idea di: Fulminacci, Michele Maria Sarubbi e Lia Grieco

Regia: Lorenzo Silvestri & Andrea Santaterra × bendo
Direttore Creativo: Andrea Santaterra × bendo

Produttore: Antonio Giampaolo per Maestro Production

Direttore alla Fotografia: Marco “NOZPA” Spanò
Colorist: Alessandro Rocchi

Organizzatore Generale: Federica De Carlo
Direttore di Produzione: Giammario D’Eramo
Ispettore di Produzione: Michelangelo Placido
Coordinatore di Produzione: Beniamino Giampaolo




Assistente Operatore: Lorenzo De Marco
Aiuto Operatore: Matteo Aloisi
Capo Elettricista: Alessandro Veridiani

Costumista: Alessia Alicino
MUA: Chiara Amodei
Runner: Eleonora Casoli
Autista: Emiliano Brunamonti

Cast:
Beatrice Bovienzo
Leonardo Orsolini
Saverio Sargenti
Vincenzo Sebastiani

Special Thanks:
Carlo Avella per Fratelli Cartocci
Maurizio Barbetti
Paola Dragone
Laura Muccino
Giulia Tarquini




Testo
LE RUOTE, I MOTORI!

Stiamo seduti sui muri
Siamo riflessi nei fiumi
Siamo noi stessi
Se siamo depressi
Ma è come se fossimo nudi

Come se fossimo muti
Prima mi guardi e poi sputi
Siamo diversi ma
Siamo gli stessi da
Almeno 3 anni compiuti

Non mi diverto se studi
Dai sono triste mi asciughi?
Com'è che adesso sto
Sotto processo
Che cazzo sono sti musi

Siamo ragazzi confusi
Si siamo poveri illusi
Siamo diversi ma
Siamo gli stessi
Da almeno 3 anni compiuti

Prendo la strada di scuola ma poi andiamo al mare
Voglia di fare l'amore
Con le attrici famose

Stavo simpatico a chi non voleva studiare
Mi poteva insegnare
A evitare le cose
A evitare le cose

Oh oh oh

Ricordi
La strada la musica i vecchi
Il freddo i capelli perfetti
La voglia di fare di tutto pur di stare fermi   e le scritte sui muri milioni di nuovi sapori i maschi le femmine i freni inibitori

Le ruote, i motori!

Ora che non è più tempo
Ora che sono contento
Scrivo e cancello poi scrivo e cancello poi già che ci sono correggo

Sono le 11 e mezzo
Chissà se è rimasto un cornetto
Dai che è mattina dai dai che è mattina
Dai sono stanco del letto

Non mi diverto se aspetto
C’ho le emozioni in falsetto
Quello che canto non vale poi tanto
Ma costa quello che spendo

No che non esco con cento
E poi quando posso mi assento
Non ho capito dai fammi un disegno
Scusa sono di fine millennio

Prendo la strada di scuola ma poi andiamo al mare
Voglia di fare l'amore
Con le attrici famose

Stavo simpatico a chi non voleva studiare
Mi poteva insegnare
A evitare le cose
A evitare le cose

Oh oh oh

Ricordi
La strada la musica i vecchi
Il freddo i capelli perfetti
La voglia di fare di tutto pur di stare fermi e le scritte sui muri milioni di nuovi sapori i maschi le femmine i freni inibitori

Le ruote, i motori!

© & ℗ 2019 Maciste Dischi / Artist First

Commenti