SEMrush

La Maschera "‘A cosa justa" il video


‘A cosa justa
il nuovo singolo de La Maschera


CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO


‘A cosa justa, il nuovo singolo de La Mascheraè disponibile in tutti i digital store e in rotazione radiofonica da martedì 3 dicembre. 




A due anni dall’uscita di ParcoSofia, album che ha fatto conoscere la band napoletana in tutta Italia e non solo grazie ai tour e ai concerti in Corea del Sud, in Canada, Francia Portogallo e Ungheria, La Maschera torna con un nuovo singolo in cui si parla d’amore.




“Quell’amore che può essere un vicolo senza uscita in cui perdersi diventa un piacere… in alcuni casi un’esperienza in bilico tra la meraviglia e la disperazione, una forza rivoluzionaria in grado di smuovere il mondo – racconta Roberto Colella, frontman de La Maschera. ‘A cosa justa è l’ipocrisia con cui spesso ci mostriamo forti, quasi spavaldi, immuni al dolore; ed è al tempo stesso dimostrazione silenziosa di quanto amare valga sempre la pena…
Ho firmato il brano con Alessio Sollo: amico, autore e poeta in grado di dipingere sensazioni che incredibilmente sentiamo entrambi, affinità che mi ha permesso di riuscire in un’impresa per me unica.” 




Nel videoclip, le immagini della band che suona si alternano a quelle di un balletto, in un chiaroscuro che lascia pensare all’onirico, e alla perdita della persona amata. Regista del videoclip, nonché protagonista dello stesso, è Riccardo Ciccarelli, presente nel primo videoclip de La Maschera, Pullecenella, in cui impersonava lo ‘scugnizzo’. Un richiamo alle origini, per ricordare da dove si è partiti, con lo sguardo aperto sul futuro. 
‘A cosa justa anticipa il terzo album della band atteso per l’autunno del 2020. 
Giovedì 19 dicembre, alle ore 21, La Maschera sarà in concerto alla Casa della Musica – Federico I c/o Palapartenope di via Barbagallo a Fuorigrotta con un grande live per festeggiare insieme a Napoli i nuovi brani e questo anno ricco di soddisfazioni.



CREDIT
Audio
Autore del testo: Alessio Sollo
Compositore della musica: Roberto Colella
Edizioni Graf Srl
Produzione artistica: Massimo De Vita
Arrangiamenti: La Maschera
Registrato presso Le Nuvole Studio da Paolo Alberta
Mix e mastering: Daniele Sinigallia presso Gli Artigiani Studio
Prodotto da Graf Srl
Label: Full Heads
ISRC: IT-QD0-19-14301

Video
Regia: Riccardo Ciccarelli
Montaggio: Umberto Ciaramella
Attori: Arianna Cozzi e Riccardo Ciccarelli
Assistente alla Regia: Gaetano Migliaccio
Direttore della fotografia: Simone Prezioso
Operatore: Davide De Luca
Segretario di Edizione: Enrico Pacini
Disegno Luci: Alessandro Messina
Costumi: Rachele Nuzzo
Trucco: Malvina Passaro
Prodotto da: Graf Srl in collaborazione con Nuovo Teatro Sanità


TESTO
'A cosa justa
he fatto troppo buono a me lassà
nu core mò s’addorme sotto ‘e ponti
je so’ nu vico ‘scuro ca nun sponta
nu muccusiello de ‘na certa età
e nun te preoccupà… si campo o moro
ormai nun sento cchiù manco ‘o dulore
je tras’ e jesco ‘a dint’ ‘e tarantelle
me scordo ‘o male e resta sulo ‘o bello
e je resto sulo…
he fatto ‘a cosa justa a lo caccià
st’ammore piccirillo e carestuso
se trova ‘o core a piezzi e ‘o lietto ‘nfuso
chi dorme cu’ ‘e criature ‘o sape già
e nun te preoccupà… si campo o moro
ormai nun sento cchiù manco ‘o dulore
je tras’ e jesco ‘a dint’ ‘e tarantelle
me scordo ‘o male e resta sulo ‘o bello
e je resto sulo…
e mò che ‘o bene ca sentivi ajere
è addivintato sfogo ‘e giuventù
m’abbasta ‘e te tené dint’ ‘e pensieri
addò annascuso nun ce lassamme cchiù
addò annascuso nun ce lassamme cchiù
addò stong’ annascuso
'A cosa justa
La cosa giusta
(TRADUZIONE)
hai fatto bene a lasciarmi
un cuore ora dorme sotto i ponti
io sono un vicolo cieco oscuro (vico ca nun sponta = vicolo cieco)
un bambino d’una certa età
e non ti preoccupare se vivo o muoio
ormai non sento più neanche il dolore
io entro ed esco dai casini (tarantelle = mille guai)
scordo il male e resta solo il bello
e io resto solo
hai fatto la cosa giusta a cacciarlo via
quest’amore piccolo e costoso (costoso come ‘caro’, che costa caro)
si ritrova con il cuore a pezzi ed il letto bagnato
chi dorme con i bambini già lo sa
ed ora che l’amore che sentivi ieri
è diventato sfogo di gioventù
mi basta ritrovarti (tenerti) nei pensieri
dove nascosti non ci lasciamo mai
dove io sono nascosto

Commenti