"Gli schermi e l'Islam": il Museo Nazionale del Cinema di Torino propone rassegna su film arabi


Il Museo Nazionale del Cinema, da domani al 26 giugno a Torino, ha proposto  "Gli schermi e l'Islam", una rassegna di 10 film dal e sul mondo arabo. Temi crudi soprattutto perchè vissuti in una terra dove i pregiudizi sono molto più forti dell'Occidente. Ad aprire la rassegna cinematografica sarà "I'm Gay and Muslim" di Chris Belloni, documentario che ha come tema l'omosessualità e i diritti dei gay nel mondo islamico; a seguire il film di Hana Makhmalbaf "Sotto le rovine del Buddha", quello di Greg Barker "Koran by Heart", di Karin Albou "La petite Jérusalem", di Philippe Faucon "Dans la vie", di Mohammad Malas "Ladder to Damascus", di Haider Rashid "Sta per piovere", di Merzak Allouache "Les terrasses", di Ziad Doueiri "The Attack" e di Anais Barbeau-Lavalette "Inch'Allah". Ci saranno anche 400 schede di film tra produzioni arabe, mediorientali e occidentali. 


Commenti