Video Freccia: ecco le clip musicali vincitrici girate in Emilia Romagna

Domenica 18 settembre 2016 presso l’Auditorium comunale di Molinella (BO) sono stati premiati i videoclip vincitori dell’ottava edizione del concorso “Video Freccia 2016”, contest riservato ai videoclip musicali realizzati in Emilia Romagna. Video Freccia è il concorso dedicato ai videoclip musicali realizzati in Emilia Romagna, indetto e organizzato dal Comune di Molinella (BO) in collaborazione con il Dipartimento delle Arti Visive e Mediali dell’Università di Bologna e con il Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza.
La giuria, composta da Silvia Grandi (docente dell’insegnamento di “Storia dell’Arte Contemporanea”   presso il Dipartimento delle Arti Visive, performative e mediali dell’Università di Bologna e referente-coordinatrice della Rassegna “Videoart Yearbook, l’annuario della videoarte italiana;), Pierfrancesco Pacoda (giornalista musicale de “Il Resto del Carlino”), Oderso Rubini (produttore discografico e critico musicale), Saul Saguatti (artista d’animazione e regista di videoclip) e Matteo Valtancoli  (esperto della comunicazione dei sistemi audiovisivi e collaboratore del Meeting delle Etichette indipendenti di Faenza, ha decretato la vincita dei seguenti videoclip:
  • Come se non ci fosse un domani (Giorgieness) regia di Marco Morandi, vincitore della prima sezione di concorso (per video-maker che utilizzano mezzi professionali);
  • Capricci (Milingo Project) regia di Igor Vecchietti, vincitore della seconda sezione di concorso (per creativi che si cimentano con smartphone, tablet o webcam).
Ai due vincitori del concorso sono stati assegnati due premi in denaro rispettivamente di € 500,00 e di € 200,00.
Inoltre la giuria ha voluto assegnare quattro “menzioni speciali” ai seguenti videoclip:
  • Draw it on the wall (What A Funk) regia di Stefano Bertelli, menzione speciale “Pop”;
  • Keep it unreal – The Ceramic Movie (Simona Wilbi) regia di Luce Raggi, menzione speciale “Video Arte”;
  • Vendetta (Nitehawks) regia di Massimiliano Maria Palaia, menzione speciale “Social” per aver totalizzato il maggior numero di Like su Facebook;
  • Quel sangue è pure il mio (Gianluca Solinas, Cristian Tonabene, Kyodo FNO) regia di Marco Coppola, menzione speciale “Progetto sociale” di Pianoro Factory, il Centro Giovanile Culturale  del Comune di Pianoro che da dieci anni  offre  uno spazio dedicato alla promozione delle produzioni culturali, alla formazione e all’aggregazione giovanile. In particolare il videoclip “menzionato” è stato realizzato all’interno di un progetto formativo più ampio,”La memoria come un tesoro” un percorso di cittadinanza attiva, finalizzato alla divulgazione della conoscenza dei luoghi della memoria presenti sul territorio e dei fatti storici ad essi  legati. Il progetto ha coinvolto150 ragazzi/e attraverso differenti attività, tra le quali il laboratorio Hip Hop (a cura di Kyodo), finalizzato alla scrittura di brani inediti in memoria della strage alla Stazione di Bologna del 2 agosto 1980.

Commenti