Ci sono tre spagnole, due tedesche...


Ci sono tre spagnole, due tedesche, un'inglese, una francese e... un'italiana, come se fosse una barzelletta dove i nostri si dimostrano più furbi e vincono sempre. Ma domani al sorteggio di Nyon ci sarà poco da scherzare e divertirsi. Il Bayern di Carletto Anceloetti e il redivivo Barcellona di Luis Enrique fino a fine stagione, sono gli spauracchi peggiori nell'urna per la Juventus, anche se rimangono le due sfide più affascinanti, visto che sono stati proprio bavaresi e catalani a eliminare i torinesi nelle ultime due edizioni di Champions. Il Real dell'ex Zidane, è un gradino sotto, nonostante abbia vinto due degli ultimi tre tornei, vuoi per tradizione, la Juve si è tolta diverse soddisfazioni coi madrilisti negli ultimi anni, vuoi perché il Real è decisamente in credito con la dea bendata, al contrario dell'Atletico Madrid, davvero sfortunata la squadra di Simeone, che mettiamo allo stesso livello di pericolosità. Anche perché tatticamente è quella che potrebbe creare più grattacapi a madama e sarebbero gli uomini di Allegri a doversi esporre maggiormente, a fare la partita. Quinto posto, avversario decisamente più abbordabile ma da non sottovalutare, il Borussia, già sconfitto due anni fa, ostico, ma di certo non irresistibile, così come il sorprendente Monaco, pieno di giovani di talento e la cenerentola Leicester orfana ormai di Claudio Ranieri, che Buffon non vuole assolutamente incontrare, non si capisce se più per scaramanzia oppure perché prevede un rilassamento psicologico nei suoi compagni nell'affrontare quello che sarebbe senza ombra di dubbio l'impegno meno gravoso. In Champions la fortuna è un fuoriclasse aggiunto è inutile girarci attorno, sono leggende metropolitane il fatto che prima o poi i più forti li devi incontrare... "per forza"... forse... ma non è impossibile neanche che spagnole e tedesche si scontrino tra loro, eliminandosi a vicenda ad esempio... questa si che sarebbe "una barzelletta ben riuscita" che in ogni caso la Juventus non debba aver paura di nessuno questo è sicuro... fino alla fine... a venerdì "la sentenza".

Commenti