Serie tv: gli sceneggiatori tornano a scioperare dopo 10 anni


In questi mesi vi abbiamo indicato quali serie tv sono state man mano promosse e bocciate nel corso di questa stagione tv partita lo scorso ottobre e che terminerà con i prossimi upfront di maggio. Tutto però adesso è messo in discussione, perché una minaccia incombe sul mondo delle serie tv: da questo momento in poi tutto può cambiare per quel che riguarda le promozioni finora attuate dalle emittenti televisive statunitensi. A 10 anni esatti dal primo sciopero, gli sceneggiatori potrebbero tornare sui lori passi e tornare a scioperare dal prossimo primo maggio. Questo comporterà, se dovesse essere confermato, un rallentamento di tutte le produzioni e una diminuzione del numero di episodi di tutte le serie tv in circolazione, con la possibilità di diminuire anche il numero di serie nuove in arrivo nella stagione 2017/18.
Ricordiamo ancora cosa successe nel 2007, quando tutti i telefilm subirono un taglio dai 6 agli 8 episodi per colpa di accordi arrivati in ritardo, da "Desperate Housewives", a "Dottor House", passando per "Smallville", "CSI", "NCIS" e "The OC", furono tra le serie colpite di quel periodo. Oggi noi ovviamente ci auguriamo che tutto possa risolversi al meglio e nel meno tempo possibile. Se così non dovesse essere, ovviamente anche gli upfront di maggio potrebbero subire delle modifiche considerevoli.

Commenti